Lamette Feather


Un piccolo sondaggio sulle lamette Feather

137 risposte a Lamette Feather

  1. Pingback: Feather: affilatissime ma controverse | Arte del Radersi

  2. gianni1953 ha detto:

    Il tipo di lamette Feather che si trovano nella confezione del rasoio Popular (popolare credo) nere con una piuma bianca, sono per il sottoscritto perfette in tutto e per tutto; unica nel suo genere, ottime anche quelle gialle classiche. Cordiali saluti.

    • cappai ha detto:

      Confermo la recensione di gianni 1953, comunque ottime lamette un po’ carucce, non dimentichiamo le Superinox Bolzano (usavano i ns padri) .. io ho scoperto delle lamette
      nr 5 lame ad un euro della RiMei distributori Cinesi, pero’ Made USA, sono ottime ed anche aggressive con un buon rasoio ..Cordialita’..

  3. Jo 55 ha detto:

    Buongiorno, uso diverse lamette per la rasatura bagnata con DE, Tipo Ri.mei (usa) wilkinson nere, volevo sapere per un grano duro e viso con pelle delicata che lametta mi consiglia??
    Grazie…

  4. Jo 55 ha detto:

    buongiorno, ho verificato che su pelle delicata, radono piu’ gentilmente le wilkinson etichetta nera
    che le blasonate feather, anche perche’ hanno il cromo per la resistenza alla corrosione, la ceramica per la maggior durata e il PTFE (kritox) per meno irritazioni, sono un po’ indeciso..
    lei che consiglio mi propone..?? Grazie della sua attenzione e professionalita’-

    • artedelradersi ha detto:

      Se si trova meglio con le wilkinson non avrei dubbi a continuare con queste. Le Feather hanno la fama (meritata) di essere le piú taglienti ma non è detto che la sua pelle le sopporti.

      • Jo 55 ha detto:

        Avranno anche la fama (meritata) di essere più ‘ taglienti, ma da mia esperienza posso garantire senza fare marche che ci sono lamette sul mercato lamette che radono meglio delle (meritate) feather, aggiungo anche con costi inferiori…..

        • Andrea ha detto:

          Cos’è sta storia del senza fare nomi. pensi di essere al parlamento? facciamo i nomi e i cognomi invece, che io le provo…

          • Jo 55 ha detto:

            Hai ragione non siamo al parlamento siamo nel mondo della pogonotomia (l’arte del radersi), comunque faccio due nomi le famose Bolzano superinox al titanio e le Gillette
            silver blue …. Ciao…

            • Andrea ha detto:

              allora, oggi stavo di fretta, e, consiglio per tutti, mai farsi la barba. Cmq, ero al 4 giro con una feather, e ho pensato, mi sa che tira un poco (quindi sto rivedendo ciò che penso della durata). allora corro a prendere dal crogiolo delle lamette (la scatola dove butto dentro sfuse le lamette singole prese dalle confezioni da 5 o 10 già aperte) un’altra feather. La inserisco in fretta e taglio. Mi sembra che tagli come la vecchia. Allora penso che la vecchia sia ancora buona. la rimetto su, faccio due tagli e poi penso: impossibile che una feather nuova tagli così. Riprendo la feather nuova, guardo bene ed era una wilkinson, presa per sbaglio. Vado a prendere una feather, stavolta guardo bene, ed effettivamente altra storia.

              • Jo 55 ha detto:

                Mi sembra strano che le lamette Wilkinson nere o bianche ( sono uguali ) taglino come le feather alla quarta rasata … sono lamette che hanno una storia secolare come le gillette, si presentano trattate al cromo per la corrosione, ceramica per una maggiore durata e di piu’ con trattamento in PTFE per meno irritazioni…. io uso le Bolzano al titanio, questione di costi…. comunque ognuno ha la propria barba ed il proprio modo di rasarsi…Aggiungo che io posseggo come primo rasoio il sopravvissuto Wilkinson Classic ed altri quindici rasoi sia pettini aperti che pettini chiusi … piu’ un shavette e un daune, ti posso dire che il suddetto rasoio da 3 euro non ha niente da invidiare agli altri, con lametta Bolzano ottengo un bbs di ben 12/13 ore (forse sara’ il metodo di taglio che apporto alla rasatura)…….
                Buone rasature a tutti.-

                • Andrea ha detto:

                  dopo il primo errore fatto con le wilkinson, ho adottato il metodo full metal jacket. in altre parole, mentre nel film montano il fucile bendati, io monto il rasoio a occhi chiusi e soprattutto scelgo la lametta a occhi chiusi dopo che ne ho messa una per tipo nella scatoletta. scuoto la scatoletta e scelgo. rado e provo ad indovinare di che lametta si tratta. Per ora posso confondere una Gillette platinum con una Feather, capisco quando uso una Astra e non mi va neanche male, ma non confondo mai una wilkinson con gillette o feather. Scambierei senza problemi le Feather che ho con gillette platinum (che forse irrita meno), ma non con le wilkinson. Forse, come dici tu, dipende anche dal tipo di rasoio che si usa o dal tipo di barba. Cmq, con una barba di 2gg, al primo taglio nel verso del pelo, capisco subito se la lametta taglia o no.

            • claudio ha detto:

              io sto ancora provando un po di lamette varie…. ma con nessuna fin’ora mi sono trovato male come con le Bolzano superinox.. perfino con una supermax stainless ho portato a termine la rasatura, certo bruciava, ma nessun taglio ne abrasione e la rasatura e stata profonda, mentre con la Bolzano mi sono trucidato senza per; nemmeno avere una rasatura dignitosa, eppure oramai la mano col fatip l’ho fatta, ma ho avuto l’idea che non tagli ed oltretutto irriti, ferisca ed abrada, non c’e stato verso di portare termine la rasatura. ho dovuto rilavarmi la faccia, ridare la crema e riprendere il tutto con Astra platinum che in confront sembrava avere il pilota automatic, mi spiace veramente.. perch[ mi sarebbe piaciuto abbinare un rasoio Italiano, il fatip, ad una lametta ex Italiana ma che e conserva il nome

              • andrea ha detto:

                forse potevi farcela anche con le bolzano. la seconda rasatura con le astra ha funzionato meglio sia perchè le astra sono meglio, ma anche e prorprio perchè ti sei rilavato la faccia e risaponato. io lo chiamo metodo prebarba senza prebarba: fai una prima insaponatura, non tagli nulla, poi ti lavi, reinsaponi e tagli. in questo modo il pelo risulta molto più fragile, forse in questo caso anche la bolzano avrebbe tagliato. cmq si, le bolzano sono come le wilkinson, sono lamette da chi ha barba soffice, di solito sono quelli che ne hanno poca. se le vendono, qualcuno le comprerà. Le super-max devo ancora provarle. forse in settimana, spero siano almeno come le rapira.

                • Claudio ha detto:

                  le supermax platinum non le ho trovate affatto malaccio per 3 rasature + 1 (3 rasature più che soddisfacenti + 1 in cui ho capito di non superare le 4), certo le astra in confronto sembrano andar da sole, mentre le supermax stainless sono +/- pari alle bolzano senza entrare in inutili dettagli per capire chi è la meno peggio, devo dire però che col tech (che è molto easy rispetto al fatip col quale ho usato le bolzano) mi hanno rasato bene, con forte bruciore ma senza abrasioni ne tagli.
                  Sono alla seconda rasatura con le TIger, devo dire che radono forse meglio ma sono un po meno confortevoli delle Astra Verdi, sempre comunque tollerabili a patto di non essere insicuri ( di non tornare più volte sugli stessi punti soprattutto in contropelo ma di radersi lineari econtinui). Ora guarderò a quante rasature arrivo e poi le metto a confronto diretto con ASTRA BLU perchè mi sembrano analoghe, ed entrambe sono stainless (no platinum).

  5. Jo 55 ha detto:

    Appunto per questo alterno Feather con Wilkinson, radendomi tutti i giorni solo con feather
    mi tolgo anche la pelle….. Grazie….. penso di essere sulla buona strada … vero?… alla prossima

  6. Jo 55 ha detto:

    Buonasera, dispongo di diversi rasoio Merkur open comb e closed comb, con lamette feather che rasoio mi consiglia per una rasatura in bbs??, grazie….

  7. federico dl ha detto:

    salve a tutti ho appena acquistato un SHAVETTE DOVO, sono totalmente inesperto,fin ora ho usato Gilette Fusion, avrei delle domande da porre:
    si può utilizzare la normale schiuma da barba o si deve usare il pennello?
    cosa ne pensate delle lamette MERKUR?
    le lamette Astra Superior Platinum,si possono usare su questo tipo di rasoio?
    se volessi acquistare un kit misto di lamette dove lo potrei acquistare online?
    grazie per le risposte, portate pazienza se vi sembrano banali ma sono totalmente inesperto.

    • artedelradersi ha detto:

      Se non erro viene di solito fornito con un pacchetto di merkur e quindi sì accetta anche le astra. Il pennello permette di ottenere risultati migliori indipendentemente dal rasoio. Forse però è maglio un cambiamento alla volta. Meglio partire con il vecchio rasoio e pennello e sapone o crema e solo dopo sperimentare il dovo.

      Le Merkur le trovo lamette oneste ma troppo costose. Le Astra funzionano meglio.

  8. Gianni ha detto:

    buongiorno a tutti.. chiedevo informazioni su cosa potrei usare: vorrei abbandonare il mio vecchio fusion (multilametta tradizionale) per aggiornarmi al vecchio e sano stile delle lamette di una volta, quelle che usavano i ns nonni. Che marca e modello posso cercare? Ho pelle delicata e barba morbida. E sul sapone?
    Vi ringrazio per una risposta.
    Gianni

  9. Jo 55 ha detto:

    Non voglio dire una eresia, ma da lunga esperienza mi pare che le lamette Superinox Bolzano trattate al titanio danno un risultato (bbs) migliore delle lamette Feather, provate con stesso tipo di rasoio e uguale procedura … che né pensate ?? Grazie.-

  10. Andrea ha detto:

    le bolzano? non lo so. non le capisco. per me non tagliano neanche alla prima rasatura. non so per che tipo di barba siano state progettate

    • Jo 55 ha detto:

      Io non capisco la tua negativa opinione, le lame bolzano sono state le migliori lame da rasoio in Italia per quasi un secolo, l’ultima variante della lama utilizza un avanzato processo di placcatura di titanio(metallo biocompatibile e si adatta perfettamente al corpo evitando irritazioni, vedi le protesi dentarie etc etc), apportano una rasatura dolce e rapida,
      Io ottengo un bbs di 10 ore ed oltre… certo non devi usare un rasoio come il Wilkinson classic , prova con un merkur progress regolabile oppure un muhle (vedi il R41 2011) oppure un italianissimo Fatip. poi mi dirai !! Io le uso da anni da padre in figlio, non sono un principiante nel campo della rasatura bagnata… comunque le consiglio vivamente….
      P.S: questo è il mio modesto parere… non voglio fare il professore..
      Ciao buona rasatura…..

      • Andrea ha detto:

        allora, ho ancora un paio di lamette bolzano. le altre del pacchetto di 5 le ho scartate senza fare tagli. può essere che mi sia sbagliato a basarmi sul primo tocco senza continuare fino alla fine. di solito giudico la rasatura dal fatto che la lametta tira e alla fine da quanto invece brucia l’allume di rocca. all’ultima fase non ci sono mai arrivato con le bolzano, perchè a metà ho sempre cambiato lametta e poi sono passato ad astra o feather, o gillette e trovo tutte e tre queste molto buone. Meno buone le wilkinson, per la stessa ragione delle bolzano, non arrivo a fine rasatura che le cambio. Come rasoi ho
        merkur progressive (è stato il primo acquisto, e non lo rifarei. rasoio molto bene costruito, ma io faccio una montagna di schiuma e odio ripulire il rasoio ogni 10 secondi, e poi è molto pesante.), poi ho un mercur 41c( eccellente per barba lunga e per i capelli per la rasatura a zero, poi ho un mercur slantbar, che uso di solito per la barba, perchè adoro la manovrabilità di questo rasoio anche se devo stare attento a non premere, poi ho un feather popular ( che non mi piace tanto usare, perchè adoro lo slant, ma che devo dire non è male, lo preferirei di molto al mercur progressive, specialmente per le rifiniture)
        ho deciso di darti retta e provo a mettere una bolzano e ad andare fino in fondo con lo slantbar. poi ti saprò dire…. grazie del consiglio.

        • Jo 55 ha detto:

          Caro Andrea, ti posso dire che sei fornito di buoni rasoio, mi spiace che disapprovi il Merkur Progress, guarda che è un ottimo rasoio regolabile con un peso ottimale, rasoio da usare con cautela non premere assolutamente, io lo resetto sul 4, pelo e contropelo raggiungo un buon bbs- ottimo anche il merkur 41 c ricorda il gillette vintage, lo slantbar mi impressiona la curva della sicurezza, per il feather popular buon rasoio ma indicato per i neofiti… io posseggo anche il feather all stainless, AS-D2 molto professionale, poco aggressivo, docile sul viso ma costoso… Per le lamette io sostengo le bolzano perché mi trovo bene comunque non tutti hanno lo stesso viso, le lamette da te menzionate sono ottime astra — feather — gillette, sono d’accordo con le Wilkinson comunque buone .. Tienimi informato … Ciao buona rasatura
          P.S. (dimenticavo la schiuma con sapone e pennello deve essere corposa e non liquida senza bollicine, possibilmente usa un pennello di tasso trattiene di più ‘ l’acqua) –
          Ciao….

          • Andrea ha detto:

            ho preso il feather popular perchè anche volevo prendere poi l’AS-D2 se mi fossi trovato bene. Non mi sono trovato male col popular, ma lo slantbar resta lo slantbar: ha una manovrabilità che nessun altro rasoio che ho provato possiede.

    • claudio ha detto:

      anche io ho avuto la sensazione analoga… come ho commentato sopra ho avuto una pessima rasatura, alla fine con la faccia a pois e sanguinate ho cambiato lametta salvando il salvabile. capisco le forze in campo sono molteplici, barba, pelle, mano rasoio lametta, sapone etc etc… ma ma avrei immaginato uno sfacelo del genere

  11. Gianni ha detto:

    Caro Jo 55, da come scrivi si vede che non sei un novello (come me) della rasatura bagnata. Volevo chiederti un consiglio: ho acquistato un rasoio feather con le relative lame, ma non riesco a radermi bene (come il mio vecchio fusion a batterie, fantastico, ma molto costoso..) e mi massacro il viso ogni volta, anche se metto tutta la delicatezza e l’attenzione possibile.
    Per conto mio le lamette feather sono molto affilate con poca durata (non vorrei dire fesserie..); avresti qualche altra marca di lamette da consigliarmi?
    Ti ringrazio per una risposta.
    Gianni

    • Andrea ha detto:

      purtroppo ora no. non riesco a consigliarti una lametta migliore. so che feather, astra e gillette per me sono le migliori, ma per fare dei test accurati mi occorre tempo. tenendo presente che una feather ho stabilito che dura 6 tagli prima di degnerare, e cioè prima che io senta senza dubbio la differenza tra una lametta usata e una nuova, e facendomi un taglio ogni altro giorno e a volte ogni 2, mi servono almeno 15gg per testare una lametta e a volte 30 perchè devo provare 2 volte. se poi devo cambiare rasoio, altri 15 giorni.
      Quello che so dirti è che il popular feather, essendo che ha una barra particolare, richiede una inclinazione maggiore dello slant. questo fa si che vada meno in contro a tagli brutali. ma ha un inconveniente: mentre lo slant ha un suo peso che si può sfruttare in verticale per sapere che pressione applicare, il popular è molto inclinato e leggerissimo. Questo fa si che la pressione la metti tutta tu (confrontalo con mercur progress che è pesantissimo e quindi sai che lo devi lasciar fare da solo) e non sfrutti il peso del rasoio. se poi ci metti il fatto che il popular molto inclinato e con lamette feather da l’impresssione di non tagliare, questo si traduce che tu premi molto più del necessario. è vero che taglia un poco meno, cioè può succedere che salti un pezzo, dovuto al fatto che si sporca facilmente e bisogna tenerlo pulito. quindi va bene con barba corta e poca schiuma. Ma non ti devi far ingannare dal fatto che sembri non tagliare. Devi premere ancora meno e fare più passate sempre con schiuma applicata.

      • Andrea ha detto:

        eh he avevo risposto al posto di jo 55. non avevo niente da fare!

        • Gianni ha detto:

          Sempre professionale nelle tue risposte Jo55.. che dire: grazie delle tue preziose dritte!! ps: purtroppo a Mantova tutto è più caro che del resto Italia e non esiste un vero negozio di accessori per la rasatura (almeno non che io sappia..), ma ho visto che molti negozi ben forniti di Milano e Torino hanno il web shop..
          Aggiungo un grazie anche all’informatissimo Andrea per la sua risposta “non voluta”
          Se passate entrambi da Mantova: risottino alla pilota offerto per entrambi! ;)
          Saluti!!

    • Jo 55 ha detto:

      Caro Gianni, il rasoio che usi penso sia il popular, è un rasoio per neofiti per niente aggressivo usalo senza premere… forse le feather sono troppo aggressive per il tuo viso..
      prova le elios lamette docili per tutti, lametta di livello base non lodate ne disprezzate.. una alternativa prova le bolzano rasatura dolce e rapida sono al titanio componente biocompatibile con la pelle del viso .. comunque il consiglio non premere come usi il fusion, questo è un rasoio a cartuccia e devi premere, mentre per la rasatura a lamette devi tirare bene la pelle e procedere in senso verticale , inizia dalle basette a scendere le guance, il collo, il mento ed infine zona baffi (zona molto sensibile sotto il naso) fammi sapere buona rasatura… Jo 55

      • Gianni ha detto:

        Ti ringrazio Jo55: il mio sbaglio era premere troppo e, come tutte le cose, dopo un po’ di tempo che le fai, ti vengono sempre meglio.. (ho quasi 44 anni e solo lo scorso anno mi sono fatto “furbo” acquistando questo tipo di accessori più professionali e meno popular. Se mi posso approfittare della tua gentilezza ti chiederei anche del sapone: io uso il classico proraso al mentolo (quello bianco verde) con un pennello di tasso.. e come dopobarba la crema sempre della proraso (anche se mia moglie mi regala spesso dopobarba di profumi alcolici come cacharel ecc.. e sono un po come “costretto” a metterlo (sorrido, chi è sposato mi capisce:).
        Rinnovo i ringraziamenti e saluto.
        Gianni

        • Jo 55 ha detto:

          Ciao Gianni, sono contento di darti qualche consiglio circa il campo della rasatura con double edge, per il sapone da barba quello che tu usi e buono, pero se noti verso la fine del tubo diventa duro causa la saponificazione della proraso,,, io uso invece sempre il proraso all’olio di eucalipto e mentolo, però quello in vescica da 500gr, molto più ‘ conveniente, io lo pago da Bellani a Milano Euro 4.90, oltretutto e ‘ quello che usano i barbieri e rimane sino alla fine morbido e compatto….per il dopobarba vai bene, io uso quello al balsamo al the’ verde ed avena (anti-irritazione) e per fine una generosa spuzzata di Floyd Genuine after shave, e una chicca per il viso (farai successo anche con la moglie !!! ) scusa se mi permetto,..oltre al profumo di negozio di barberia… questo e’ tutto… alla prossima… buona rasatura.. Jo 55—–

  12. Andrea ha detto:

    il post precedente mi ha fatto venire in mente una considerazione, che è più che altro psicoanalitica sul tagliarsi la barba.
    Avere la barba lunga e per lunga intendo di più di una settimana, per me è un fastidio. La barba lunga produce forfora sotto la barba, trattiene gli odori o si impregna se fumi un buon toscano, in altre parole non è utile.
    Una barba di qualche giorno, specialmente d’inverno, invece non mi da alcun fastidio.
    Quale è il punto quindi di tagliare la barba spesso?
    In realtà esistono 2 tipi di maniaci della barba corta:
    1) il primo tipo è il maniaco del viso liscio. Questo tipo si taglia la barba perchè per lui il viso deve esser liscio.
    2) il sencondo tipo, al quale appartengo, si taglia la barba, perchè gli piace tagliarla. Gli piace il rasoio, gli piace la schiuma di qualità e le lamette buone perchè fare una passata in più di taglio si avvicina molto al disonore e passare 2 volte sullo stesso punto durante un taglio è un’infamia.
    Quale è infatti il punto di fare una schiuma tipo panna montata con un pennello di tasso, quando basta una bomboletta di schiuma gillett classic che ti dura mesi? o un gel qualsiasi che vedi anche bene dove tagli? Invece no, la schiuma deve avere una certa consistenza e la devo fare io. Se voglio vedere dove taglio non prendo un gel, ma un olio. Poi è vero che se devo disinfettare o cicatrizzarare uso l’allume di rocca che compro da acqua e sapone per 2-3 euro credo e poi dura anni se lo usi solo per questo e non anche come deodorante per ascelle per la qual cosa è fantastico. Ovviamente evito qualsiasi formulazione di allume che non contenga altro che allume di rocca o potassio. Ne ho visto alcuni che contengono alluminio (non metallo puro ma qualche derivazione) e mi rifiuto di far assorbire alla pelle una cosa del genere. Diciamo che risparmio molto sul dopobarba e a volte uso il prebarba proraso come dopobarba. ottimo se non fosse per sto mentolo tipico della proraso.
    Ultimamente scaldo un bicchiere di acqua nel microonde e ci metto dentro il rasoio (quello in acciaio) con la lametta e poi verso il bicchiere di acqua nella brocca apposita e quando poggio il rasoio lo rimetto in acqua calda. con la lama calda il taglio è ancora migliore.
    Si, mi rendo conto che è una mania, ma mentre faccio tutte ste cose almeno non penso ad altro e questo contribuisce a rilassarmi. Credo che il punto sia questo alla fine: fare in modo complesso una cosa che non serve a nulla: da piccoli lo chiamavamo gioco.

    • Gianni ha detto:

      Molto interessante il tuo post Andrea: siccome, come dicevo all’amico jo55, mi sto informando da persone (come voi) molto più esperte di me in questo campo, gradivo, se possibile, sapere dell’allume di rocca: lo si può davvero usare come deodorante?
      Ti ringrazio per una risposta e scusate l’ignoranza.
      Gianni

      • Andrea ha detto:

        L’allume di rocca è venduto come deodorante in formato stick in qualsiasi negozio acqua e sapone. Costa pochissimo, dura anni, non profuma di nulla e sei a posto per un giorno intero, completamente bio e anallergico: c’è gente che spende capitali in deodoranti.
        Poi c’è anche il sapone di aleppo (te la butto lì), almeno c’era fino a quando aleppo non è stata decimata. Ultimamente non lo so se lo trovi, perchè la mia scorta è di 2 anni e quindi per ora non ne ho bisogno. Ma è un sapone, molto soft, non adatto a fare la schiuma da barba, già provato con l’Omega 48, non si riesce a montarlo decentemente.

        • Andrea ha detto:

          mi rispondo da solo, ovvero faccio un’aggiunta. Ho desistito ad usare il sapone di aleppo come sapone da barba dopo che ho visto che l’Omega 48 non creava niente di accettabile. Non ho provato con il pennello di tasso perchè ho pensato che se non lo monta l’Omega 48 è inutile provare con qualsiasi altro. A proposito: ho un pennello di tasso marca Mundial. Mi trovo bene, monta la schiuma in modo eccellente, è molto soft e posso montare la schiuma sul viso. Di solito come schiuma mi piace la Taylor (mr Taylor in particolare) e la Figaro ma anche la Wilkinson non è male (al contrario delle lamette, secondo me). Mi piace poco la in ciotola perchè ce ne vuole molta e odio il mentolo. C’è un fatto: che il pennello Mundial, mi si è staccato il ciuffo mentre lo spremevo per asciugarlo e devo dire che era incollato male, ma si è staccato in blocco e ho visto bene come avevano fatto l’incollatura. L’ho rifatta io e adesso non si staccherà più perchè ci ho messo una colla bicomponente. All’inizio punge un poco: forse sono paranoie mie ma credo che siano peli di tasso tagliati per dare la forma. Dopo un po’ invece funziona benissimo. Qualcuno conosce sta marca di pennelli e sa dirmi qualcosa?

          • Andrea ha detto:

            Sorry marca Mondial

            • Andrea ha detto:

              Sorry di nuovo: è che non si possono correggere i post, così posso solo aggiungere.
              Dicevo che mi piace poco la proraso in ciotola verde, causa quantità da usare (troppi giri di pennello) e il mentolo.

              • Gianni ha detto:

                Sei stato chiaro Andrea: grazie davvero!
                Ho voluto chiedere a questo forum info sull’allume di rocca perché leggendo esperienze è diverso che leggere pubblicità su internet. Perfetta anche la tua delucidazione sui pennelli e saponi. Ti saluto..

      • Claudio ha detto:

        KAl(SO4)2·12 H2O (solfato doppio di alluminio e potassio dodecaidrato), nell’allume di potasso, o allume di rocca, l’alluminio c’è per forza sennò che allume sarebbe? K= potassio Al= allumino SOA = ossido di zolfo, non so sinceramente quanto la pelle possa gradire a lungo termne sta roba, ma a me piace e lo uso. Che sia naturale, biologico….. beh…. lo è anche il petrolio, il carbone, anche l’uranio etc etc etc.. non vuole dire nulla
        Una cosa è certa, un allume di potassio senza alluminio non è un allume, ma tutt’alpiù sarebbe un bisolfato di potassio….uno dei sali dell’acido solforico.

        • andrea ha detto:

          touchè. hai ragione, mi posso difendere dicendo che la mia è solo ignoranza pura, non c’era malizia. dici che l’alluminio da problemi a lungo termine?

        • andrea ha detto:

          cmq ho letto su wiki (potevo controllare prima) che serve anche per rendere ignifugo qualsiasi tessuto. per penitenza domani mi do fuoco alle ascelle e voglio vedere se i peli bruciano.

          • claudio ha detto:

            si… e puoi usaare come spermicida, presto ne uscirà una versione dalla forma fallica per le ragazze, utile per il post rapporto quando la retromarcia non è andata a buon fine.

            scherzi apparte, le saponette allo zolfo le uso volentieri, l’allume di rocca pure, non è ancora comprvato nulla, ci sono solo sospetti e statistiche. ma s sta facendo attenzione all’alluminio nei cosmetci e nei deodoranti. Ad ogni modo credo che se ci lasciano ancora cucinare all’nterno di pentole in alluminio, grossi problei non dovrebbe creare. I sospetti sono ormai datati, se ci fosse una vera correlazione… si sarebbe già caito

    • claudio ha detto:

      e gia’.. me lo son chiesto anche io, non tanto per me in quanto non seguo molti rituali prima durante e dopo la rasatura, praticamente uso la stessa tecnica di prima con prodotti diversi, e non butto via ne lamette di plastica ne bombolette vuote e non ci metto molto tempo in piu, non ho la ruggine del fondo della bomboletta che mi macchia il lavello o il mobile o l-asciugamano o la schiuma che continua a fuoriuscire nonostante abbia pulito asciugato e strasciugato la bomboletta, sciacquo velocemente la lametta senza che rimangano peli . e quando guardo filmati su you tube spesso mi chiedo…. “questa persona e’ cosi orgogliosa di tutti questi rituali per radersi (molto spesso 4 peli) a tal punto da filmarsi e mettersi su youtube…. mah… maneggia rasoio o particolari vari come ha visto fare nei film d’azione americani quando devono montare armi, attivare bombe, inserire proietili nel caricature…” tutto questo e’ fondamentalmente una della tante manie/giochini di noi maschi.
      per me tutto ebbe inizio due anni fa quando vidi I pacchi nuovi ed iniziati di usa e getta nel mobile.. e mi sono chiesto in quanto tempo li avrei usati e buttati, ebbene mi duravano abbastanza ma sempre nella rumenta finivano poi trovando un de in casa volli provare. ora ho preso abbastanza la mano e provato un po di lamette diverse per garantire che il risultato finale e’ pari a prima, ma mi diverto di piu, ci metto quasi lo stesso tempo, la crema da barba mi piace effettivamente di piu della bomboletta, gi’a’ la usavo a volte ma nei multilama a volte potrebbe intasare un po… ho tovato 600 astra a 38 euro…. che vuole dire aver speso 15 di rasoio 10 di lamettevarie di prova, 38 per 600 lamette, 20 euro per 2kg di saponi vari…. I dopobarba me li regalano ad ogni natale…. 5 di pennello…. e mi son volute regalare 15 euro di inutile portarasoio e pennello visto ch il pennello sta in piedi da solo ed il rasoio lo si puo’ appoggiare su un fianco… totale 100 euro che mi raderanno per circa 20 anni (potenzialmente in quanto in realt’ tutto quell sapone lo devo mandare a mio “suocero” in Africa). Tutto sommato non ci guadagno granche (forse un pochino di risparmio in termini di lamette bombolette) non ci rimetto, butto le lamette nel rottame……….non sono affatto pentito.. e fa pure “pendant” un retrogrado e pragmatico minimalista come il sottoscritto….

  13. Andrea ha detto:

    eccoci al risultato del sondaggio sulle feather.
    1) sono troppo affilate ma durano a lungo
    2) sono affilate il giusto e durano a lungo
    3) sono troppo affilate e durano poco
    4) sono affilate il giusto ma durano poco
    ora, cosa si capisce da tutto questo? che bisognava dividere la componente affilatura dalla componente durata.
    non sono d’accordo con nessuno di questi risultati a meno che qualcuno non mi dia i numeri.
    che significa durano poco o tanto?
    che significa troppo affilate? qual è il termine di paragone?
    Prendo come riferimento una gillette platinum
    la gillette platinum dura 5 tagli dei miei in condizioni ottimali e tagliano meglio di qualsiasi altra lametta.
    le feather durano 3 tagli dei miei e tagliano in modo molto simile alle gillette platinum.
    conclusione?
    le gillette platinum le pago 50c a lametta, le feather 30c. le prime fanno 5 tagli, le seconde 3. direi che sono identiche.
    le feather sono molto affilate(non troppo) e durano mediamente.
    le astra sono meno affilate e durano 3 tagli, ma costano 12c
    le rapira sono meno affilate delle astra e durano 2 tagli. ma costano 8c
    Se qualcuno vede, di nuovo c’è proporzionalità con i costi.
    qualcuno potrebbe dire che allora hanno tutte lo stesso vantaggio. in realtà no.
    facciamo un altro esempio: le wilkinson o le bolzano, non so che costi abbiano, ma è irrilevante. sono lamette che non tagliano, quindi per me non durano neanche un taglio e sono uno spreco puro di danaro anche se costassero 1c, non li valgono.
    Le astra sono la perfetta mezza via, le rapira sarebbero un poco sotto gli standard per la barba e da questo punto di vista le considererei al limite dell’utile. Hanno però il fatto che sono buone per i capelli, e qui si salvano.
    é evidente che le barbe sono diverse tra le persone altrimenti non mi spiego chi possa usare certe lamette, probabilemente sono gli stessi che trovano le feather troppo affilate.

    • claudio ha detto:

      ci sono le Tiger )repubblica ceca)in box 5X100 oppure 10 x 100 aprezzi irrisori, arrivano praticamente a 6-7 €cents/cad comprese spese di spedizione, ho visto sono comprese anche nei kit prova con più marchi differenti, chi le potrebbe recensire?

      • andrea ha detto:

        non lo so. devo fare tutto io? anche perchè, non so se qualcun altro abbia lo stesso problema, ma non posso neanche morire, perchè devo finire una quantità di lamette tale che mi ci vorranno anni, per non parlare delle creme e saponi da barba. pensa che ho finito l’altro giorno un barattolo di gel, che attualmente non compro, ma lo avevo lì da anni e da alcuni mesi lo usavo come prebarba. ho guardato la data di fabbricazione ed è del 2004.

        • claudio ha detto:

          Noo non era per istigare qualcuno a farlo, era solo per sapere se qualcuno le avesse usate, le provo io le tiger sono le prossime della lista… sto stilando una tabellina personale… al momento mi trovo molto in sintonia con le tue opinioni, a cominciare dalla Gillette platinum con le quali ho iniziato e che mi duravano 4 rasate+1 (+1 vuole dire quella in cui dico si per oggi va ancora bene senza conseguenze ma andrebbe cambiata la prossima volta), e le Bolzano non classificabili e l’ho detto sopra… appena complete il tutto cerco di inserire il mio contributo

  14. ingegno68 ha detto:

    Ho cominciato a radermi, circa 30 anni fa con un gillette a farfalla di cui non ricordo il tipo. Negli anni sono poi passato al radi e getta bilama, trilama, quadrilama e per ultimo il gillette fusion con 6 lame e macchina del caffè compresa. Rasatura discreta ma anche irritazioni sotto il collo. Poi un giorno, acquistando le lame di ricambio mi sono reso conto dell’eccessivo prezzo, sia pure giustificato dalla tecnologia di queste lame. Ho così deciso, anche leggendo vari forum, di riesumare la rasatura con rasoio DE. Ho trovato in un negozio di articoli per parrucchieri, un Fatip ottonato open comb al prezzo di € 13,50 a cui ho aggiunto un pacco da 5 lamette Astra Platinum al prezzo di 1 €. Sapone da barba Cella e pennello e pronti per la rasatura. Nessun problema, ho ritrovato immediatamente la giusta inclinazione del rasoio e avanti con la rasatura a pelo e poi in obliquo. Risultato: nessun taglio e nessuna irritazione. Ho comprato stasera un Feather popular. Lo provo domani con lamette Feather. Vedrò i risultati ma sono convinto che non potranno essere che ottimi.

    • andrea ha detto:

      devo provare il fatip. ne ho una mezza voglia. il fatto è che ho un 41c della merkur che sembrerebbe simile, forse più piccolo. devo dire che quando lo metto nella sua inclianzione, e taglio, è un piacere, ma non per la barba. lo uso per i capelli e lo trovo eccezionale. ho provato ad usarlo per la barba ma non mi riesce. ho usato il feather invece. non è male ma ha il difetto del poco peso. quindi se non sto attento rischio di premere molto. poi si intasa facilmente e richiede continuo riscaccquo, con molta schiuma, che non serve a niente, ma a me piace, non lo trovo efficace. col fatip invece è come se avessi un rastrello per la schiuma.

  15. ingegno68 ha detto:

    Provato il Feather popular con lametta feather. Buon rasoio per chi deve radersi ogni giorno. Per me e per la mia barba è un pò leggerino (35 g contro il 65 g del Fatip) e quindi sono costretto a ripassare più volte sullo stesso punto per ottenere un taglio deciso. Comunque niente tagli e sopratutto zero irritazioni.

  16. andrea ha detto:

    intanto sto provando le gillette super thin. niente male, non le ho ancora classificate. probabilmente sotto le fether, ma sopra le astra. non sono adatte alle zone come il collo, troppo affilate. in realtà bisognerebbe graduare la mano diversamente ma spesso è difficile, quindi per quelle zone lì, abbandono lo slant e torno al progress merkur con una lametta rapira. le rapira non sono eccezionali, grattano un pochetto, ma per il contropelo e le zone delicate vanno bene.

  17. andrea ha detto:

    ho provato le supermax platinum…. direi che come affilatura sono nel gruppo bolzano, wilkinson , il gruppo che porta in auge la grande domanda della vita: ma che cosa servono?

    • Claudio ha detto:

      davvero le trovi così scarse? io non le ho trovate eccezionali ma comunque oneste, non mi sento di metterle nel rottame insieme a bolzano e supermax stainless

      • andrea ha detto:

        ti stai riferendo alle wilkinson? può darsi che per la barba corta vadano bene. quando testo una lametta per l’affilatura io faccio così:
        1) barba di 2 giorni
        2) insaponatura con taylor senza nessun prebabarba o risciacquo.
        3) rasoio slant e primo tentativo di taglio
        4) molte falliscono
        5) risciacquo con acqua e seconda insaponatura
        6) a questo punto se la lametta non taglia, anche facendo un poco male e dal male poi la classifico, non è una lametta valida.
        Sto provando le derby extra. non mi sembrano affilatissime, ma neanche poi tanto male. Devo provarle ancora un poco.

        • claudio ha detto:

          mi riferisco alle supermax platinum, io le ho provate sul fatip, uso solo quello adesso, subito dopo aver cestinato le supermax stainless, che se col tech (deformato quindi non attendibile) radevano modestmente e con bruciore appena sopportabile, col fatip non ho impiegato per elevato fastidio. invece le platinum mi sono sembrate dignitosamente affilate e non irritanti per 2-3 rasature. dopodiche ho provato e cestinato le Bolzano a meta rasatura con la faccia martoriata e passato ad astra verde con grande soddisfazione, ma la supermax platinum la trovo migliore delle, per me, inutile e deleterie Bolzano, non malaccio insomma, certo molto meglio astra verde ed anche tiger sebbene un pochino pi# ruvida ma comunque ben radente.

          • andrea ha detto:

            riproverò, ma siccome ne ho solo 5 non mi preoccupo tanto anche se devo buttarle. piuttosto sono parecchio contento delle derby extra anche perchè ne ho 100 e devo farmele piacere, ma non mi costa sforzo. mentre mi devo sforzare un poco per le rapira.

            • claudio ha detto:

              mercoledì ero alla terza rasatura con la tiger che sto provando, ho tenuto la barba un giorno in più dei soliti 2 giorni fissi stabiliti per comparare le varie lamette. stranamete la lametta mi è sembrata meglio che da nuova, nessun minimo pizzicorio ne fastidio durante o dopo la rasatura, nessuna abrasione, nessun rossore, nulla di nulla, a 12 ore di distanza sembravo appena sbarbato, a 24 iniziava a percepirsi ricrescita, ora a 36 ore la ricrescita è uniforme ma non credo di dover fare la barba stasera.. Sto pensando a cosa posso aver fatto di diverso dal solito

              • andrea ha detto:

                io capisco nessuna abrasione nessun pizzicorio e storie varie, ma, di solito, uno bravo giudica la rasatura dall’allume di rocca. Cioè se uno è bravo non si taglia e non si gratta. questa è la differenza tra professionista e dilettante. poi ci sono vari gradi di professionismo e questi gradi vengono dati dall’allume di rocca e da quanto brucia alla fine. qundi 2 sono le scale di valutazione: mi devi dire le tiger sulla Scala Feather a che valore stanno (cioè quanto sono affilate) e poi mi devi dire a che valore stanno sulla Scala Rocca che è quella che conta veramente.

                • claudio ha detto:

                  faro’ questa prova, se riusciro’ a trarre conclusioni, per il momento il mio metodo di giudizio e- limitato a con quale facilita’ ottengo il miglior risultato, siccome alla fine farmi la barba bene significa radermi piu’ a fondo possibile, uniformemente, possibilmente senza tagliarmi o irritarmi ed infine se riesco ad essere rapido senza tornare troppo sugli stessi punti, devo dire che con ste tiger mi riesce e se le sento un po di piu sulla pelle pazienza finche e’ sopportabile. dopotutto l-allume di rocca lo sento per forza, ho la pelle liscia come il vetro, pertantpo immagino di aver portato via anche la pelle “morta” superficiale. l’altro giorno in cui feci pr rapidita’ la barbacol multilama…. non seniti nemmeno il dopobarba, ma semplicemente perch[ non avevo raso “a pelle” nonostante il contro[pelo

  18. ingegno68 ha detto:

    con il fatip meglio le astra verdi. Pericolose le feather; troppo affilate per la mia pelle sensibile pur avendo barba abbastanza dura

    • andrea ha detto:

      In realtà mi sto convincendo che l’unico problema siano le lamette meno affilate, quelle che proprio tirano. Non credo esista un problema lametta troppo affilata e mi spiego: se uno usa sempre le astra e oggi dice che mette una feather, sicuramente ha problemi perchè non ha la mano per la feather. Più vado avanti e più noto che anche lamette che pensavo dessero problemi in realtà non ne hanno. è solo che io non le conoscevo abbastanza.
      Ieri invece ho riprovato la schiuma da barba gillette bomboletta. Si lo so, è una cosa disdicevole, ma ce l’ho e quindi con gli anni devo finirla. Ho trovato la schiuma ottima e lubrificante fino a che andavo nel verso del pelo e usavo uno slant. La schiuma è molto densa e si fa fatica a regolarne la densità. cioè se aggiungo acqua si spappola. Essendo molto densa credo che con un rasoio multilama uno debba sempre stare a pulirlo, mentre con uno slant o un fatip problemi zero.
      Il problema è arrivato col contropelo. Cambio rasoio e metto i progress. Si intasa ogni passata, mi tocca scavare nella schiuma per trovare la pelle, e mi tocca aumentare l’aggressività per esser incisivo. in altre parole con lo slant tutto bene, con il progress mi sono dato qualche gratta, ed è una cosa ridicola farsi male col progress e niente con lo slant. Ho rimesso via la schiuma, la tirerò fuori fra 2 tre mesi tanto per cambiare. La lametta era una 7 o’clock.

  19. andrea ha detto:

    Lancio un sondaggio: sei naufragato su una spiaggia in un’isola del pacifico dopo che la tua nave è affondata. Cammini sulla spiaggia e trovi per puro culo il tuo rasoio, dopo qualche metro il tuo pennello di tasso super silvertip. Vai avanti e trovi 2 casse da un metro cubo: una contiene schiuma da barba, tutta dello stesso tipo, l’altra lamette da barba, tutte dello stesso tipo. Che schiuma e che lamette dovrebbero essere per farti contento?

    • andrea ha detto:

      ps: per la ciotola si usa mezza noce di cocco.

      • claudio ha detto:

        diciamo che 2 casse da metro cubo, una di lamette ed una di sapone da barba…… basterebbero per anni anche per tutti gli indigeni dell’arcipelago, direi che sarebbero sufficienti 0,01 metri cubi di lamette astra verde o blu ( 0,02 considerando anche rasatura capelli) ed una decina di kg di Vitos solido, o morbido in vescica da 500 ml…. questo proprio per usare la noce di cocco, altrimenti sarebbero sufficienti una 70ina di proraso in ciotola o tubetto da 150ml.
        sarebbe molto utile recuperare anche un po di allume di potassio…. non solo per la rasatura

        • andrea ha detto:

          per il vitos non saprei. non l’ho mai provato. per la proraso però ho i miei dubbi. non mi piace tanto. ma tu hai mai provato la proraso rossa? io non riesco a trovarla (a prezzi accettabili ovviamente) ma sarei curioso.

          • claudio ha detto:

            togliamo il VITOS…che magari col sego irancidisce dovendolo centellinare per anni su di un’isola dell’oceano pacifico od indiano, nella miglior ipotesi in qualche grotta umida… sono pure eccessive le 70 proraso in ciotola, ne basterebbero la metà. Ad oggi ho provato solo creme entry level, proraso verde, cella, palmolive in tubetto, River Side residuato della naia ed ultimamente la Prep in ciotola blu, ma Proraso Blu e rossa… non le ho mia viste,,, giusto di tanto in tanto mi capita la Bianca nei comuni Ipercooop, affianco alla verde, a prezzi quasi irrisori per entrambe, a meno si trova solo il Figaro da 150ml.

            la proraso verde… quella cantata da Toto Cutugno, non è eccezionale ma è un must per l’italiano proletario, ed è fresca pur senza lasciare tracce evidenti di profumo, e quindi su di un’isola tropicale non dovrebbe richiamare troppi insetti.

            • andrea ha detto:

              passa alla taylor, anche questa è un must. una volta nella vita uno la deve provare e non è neppure così cara come si pensa: se riesci a portarla a casa intorno ai 15euro spese spedizione compresi, è un affare perchè fa il triplo della schiuma proraso, il profumo è inebriante, la qualità della schiuma alta. sarà sempre più cara della proraso, causa sterlina che vale più dell’euro e spese di spedizione, ma si deve provare. In italia siamo chiusi in un acquario e pare che esista solo quello che la grande distribuzione ha deciso che sia adatto all’italiano medio, lascia perdere i prodotti rasatura della grande distribuzione. costano poco, ma se non mi danno nessuna soddisfazione, se li possono tenere. non sto mica parlando di essere un proletario e volersi comprare il mercedes a rate e mangiare poi pane e latte. una taylor vale la pena. Abbandona i tuoi sensi di colpa per voler usare un prodotto luxury. Almeno nelle piccole cose prendi il massimo.

              • claudio ha detto:

                aahahha la battuta sulla proraso verde del proletario mediao alla toto cutugno era appunto una battuta…. se devo essere sincero, ovviamente finche non si prova di meglio va tutto dignitosamente, la proraso verde non la reputo granche, fa il suo…. considerando che la sto usando da 4 mesi, valutandone il consumo ad occhio e croce credo che me durera’ ancora minimo 6, la stendo direttamente in viso per cui il fattore schiuma e’ difficile da valutare, e mi regolo solo se inumidirei di piu o di meno se la sento asciutta, idem per prep ( la quale lascia un fondo piu untuosoma la trovo leggermente migliore della proraso) o la cella che e’ molto piu sensibile all-acqua pertanto occorre fare attenzione. quando avro una tecnica abbastanza perfetta, allora magari mi toglier; lo sfizio di qualcosa di superiore.

                su un altro blog che ha parlato di rasatura vecchia maniera solo occasionalmnte, chi scriveva faceva anche conti sui costi di rasatura classica vs moderna, DE vs Fusion, bomboletta vs crema o sapone solido. alche ho voluto ipotizzare quello che mi costa annualmente la rasatura adesso, risultato 6 euro/anno comprendenti 1 proraso, 45 lamette astra (a giorni alterni x 4 rasature cadauna) piu ammortamento di un fatip sulla base della mia vita residua stimata in 35 anni, 1 pennelo proraso omega ogni 3 anni, e altro 0.65 centesimi optional se ti compri un portapennello+ciotola.

                non ne faccio una questione di risparmio… ma visto si discuteva di costi con un amico che ha speso circa 100 euro per un philips elettrico + 39 per le testine di ricambio dopo un tot di tempo.

  20. andrea ha detto:

    Arrivate e pronto a testare le bic

    • andrea ha detto:

      le Bic sono buone lamette. non sono affilatissime, ma una volta ammorbidito il pelo tagliano bene e non fanno danni alla pelle. durata 4 tagli (per me 4 tagli sono 2 tagli barba e 2 tagli capelli). dopo i 4 tagli si sente che tirano.

      • claudio ha detto:

        i 4 tagli a parer mio sono la giusta misura che dovrebbe avere qualsiasi lametta, ma non tutte ci arrivano in uguali condizioni.

  21. ingegno68 ha detto:

    ho notato che sul mio fatip, le astra verdi danno le migliori performance dopo la 1 rasatura. Infatti dalla seconda in poi diventano molto dolci sulla pelle e via così per almeno 4-5 rasature.

    • Claudio ha detto:

      poso risponderti che ho il fatip anche io e lo sto provando con varie lamette, sono al secondo giro per confermare le impressioni.
      posso confermarti grossomodo le impressioni di ANDREA: le feather sono affilatissime, perfino eccessive col fatip. e decadono velocemente, arrivano a 3 rasature, Astra Blu sono ben affiliate e durano 4 rasature, astra Verdi sono all-incirca come le blu ma piu confortevoli e durevoli, effettivamente queste 3 lamette all prima rasatura necessitano di mano leggerissima, ma dalla seconda sono piu umane (probailmente anche il passare da una lametta esaurita ad una nuova fa la sua parte… avendo progressivamente preso l’abitudine a premere un pelino di piu ad ogni rasatura al decadere della lametta… passare alla nuovo richiede acortezza) con astra Verdi anche io passo le 4 rasature egregiamente, una quinta dignitosa e se volessi potrei fare una sesta ma con una lametta alla frutta.. visto il costo.. perche non fermarsi 4? ho trovato discrete le tiger, ma solo fino alla terza rasatura e stop, non sono molto costanti in quanto alcune mi sembravano pari ad astra blu.. ma la media e’ invece inferior. le Gillette Minora Platinum sono secondo me lamette per il barbiere, oppure da viaggio o da sbarbata frettolosa in quanto durano una rasatura.. la seconda e’ gia deludente, non sono affilatissime, ma sono comfortevoli e fanno una barba dignitosa, pessime esperienza con Bolzano superinox, non tagliano nulla anzi abradono e feriscono, non c’e stato vers con nessuna delle 2-3 lamette con le quali ho provato senza terminare la rasaura.
      voglio ancora provare nuovamente le Supermax Platinum con le quali mi ero trovato bene due mesi fa. quando partii per la mia prova, dale lamette sulla carta meno affiliate a progredire fino alle feather, ora sto facendo a ritroso, quindi piano piano sto tornando alle meno affiliate. alla fine daro’ una valutazione complessiva un po piu accurate.. anche perch[ sto ancora aspettando RAPIRA per completare.
      per le prove ho cercato di usare sempre stessa barba procedura e sempre proraso verde.
      non ho ancora preso confidenza con la Cella, e stasera prover; crema da barba PREP in ciotola blu, sempre della PREP ho provato la crema lenitica in barattolino di vetro, usandola come prebarba, ma sporca troppo la lametta e la rasatura, seppure comfortevolissima, [ meno profonda.
      di tutte le lamtte che ho provato, le uniche che mi fanno ululare alla prova dopobarba alcoolico sono le feather, con tutte le alter la reazione e’ sopportabilissima, volendo percentualizzare… direi che se feather brucia 100, le alter stanno tutte sotto 50… per me.

      • andrea ha detto:

        le rapira, se ammorbidisci bene la barba, fai una rasatura anche discreta se devo dire il vero. la seconda io non ci riesco, le rapira rosse intendo. le altre non le ho provate. vuoi una lametta eccezionale come taglio, durata e costanza? gillette platinum. non son più tanto convinto che le rapira taglino di più di queste ultime.

        • andrea ha detto:

          scusa intendevo non sono convinto che le feather taglino più delle gillette platinum.

          • claudio ha detto:

            io le Gillette platinum le ho usate solo all’inizio e mi stavo riproponendo di acquistarle nuovamente ora che ho fatto la mano e diverso rasoio, le rapira le ho prese per curiosità, ho letto pareri positivi, ma si leggono praticamente su ogni marca/modello, prese un piiccolo stock se non mi soddisfano le mando in africa…. vedo che alla fine, come anche molti altri…. quando hai una stecca di Astra platinum accontenti la faccia ed anche il portafoglio (sebbene a conti fatti non è che vai in rovina per le lamette o il sapone), Le gillette Platinum di conseguenza devono esseresuperiori, le feather…. non so… è una lametta che non ho ancora apprezzato, ne riproverò altre.

    • andrea ha detto:

      non sono un grande fan delle seconde rasature. ho sempre visto che non sono migliori delle prime. il fatto che siano più dolci forse dipende dal fatto che la lama si smussa un poco e quindi è meno aggressiva. magari è anche perchè al secondo giro hai una mano migliore che al primo.

  22. ingegno68 ha detto:

    Si, per quanto riguarda la mia esperienza le feather tagliano di più delle gillette platinum ed i risultati si vedono sulla pelle.

    • andrea ha detto:

      devi stare più leggero. poi devi capire i giapponesi: da centinaia di anni sono considerati il top nella fabbricazione di lame specialmente per le spade. ovvio che una azienda giapponese che fa lamette, non può produrre una lama che taglia poco: pena il disonore. Quindi fanno una lametta che taglia tantissimo e poi ti danno il rasoio feather popular che è un rasoio per principianti o il super caro ds qualcos’altro che è fatto per non scannarsi. Se prendi una feather e la piazzi su uno slant devi andarci molto leggero, ma anche su qualsiasi altro rasoio, se poi hai una barba morbida, non ti serve a niente una feather.

  23. andrea ha detto:

    sto finendo di testare le derby extra. per me sono delle bic che durano un poco meno, direi 2 tagli barba. come le bic, niente male e non sono male all’allume di rocca. ma ho letto recensioni dove si dice che durano anche 6 tagli, saranno anche 6 tagli quotidiani e non ogni 2 giorni come faccio io, ma mi sembra tanto. qualcuno le ha provate?
    prossime della lista: tomy, qball,viking’s sword, ma prima devo riprendere le astra, perchè mi servono come linea di paragone media. uso le rapira come floor e le gillette platinum come top. solo che non mi ricordo più come tagliano le astra platinum.

  24. ingegno68 ha detto:

    sul mio fatip le astra verdi risultano il miglior compromesso tra delicatezza, qualità della rasatura e costi.

  25. claudio ha detto:

    si effettivamente gira che ti rigira, quasi tutti si finisce li

    • andrea ha detto:

      vi do ragione, ma il problema per un tipo come me, che sono uno abbastanza sciatto, se si trattasse solo di tagliare dei peli non starei neppure a farmi la barba. farsi la barba deve essere in se un momento di piacere, allora la fai volentieri, magari non vedi l’ora perchè ti rilassi e non pensi a niente (son messo male). quindi fare una buona schiuma che abbia un buon profumo, avere un pennello che ti accarezza la pelle (faccio tutto da solo stile onanista), una lametta che taglia al primo colpo senza tirare e non brucia all’allume di rocca, tutto questo è parte del rito. anche la lametta che taglia poco fa parte del rito: sai che devi prima ammorbidire bene e così si fa in modo che il rito non sia essere sempre uguale a se stesso, altrimenti subentra la noia. quindi ogni tanto cambio schiuma e lamette (dei pennelli e rasoi sono abbastanza soddisfatto) che sono la parte usa e getta del discorso. poi siccome collezionare lamette non è neppure così costoso, mi diverto come i bambini a che collezionano figurine a collezionare lamette. poi con la crisi meglio mettere da parte qualcosa non si sa mai che non ci si possa più permettere in futuro l’acquisto delle lamette (si è una battuta). per ora dovrei essere a posto per un quinquennio.

      • claudio ha detto:

        Lo dici a me che con la scusa che se non mi piacciono le mando a mio suocero in africa ho gia lamette per 2 vite? ovvero 800 (da provare e valutare quante tenerne per me )rapira e 1400 (ne terro un migliaio)astra platinum + un centinaio tra tiger ed assortimenti vari. io da quando uso il DE me la faccio si piu volentieri, con piu cura riscoperto il piacere anche di usare il dopobarba,… ma alla fine ci metto poco di piu che le sbarbate frettolose fatte con l’usa e getta, proprio se voglio eccellere nel contropelo allora ci sto un pochino di piu, ma ormai una passata in un verso, e una nell;altro, il raoio non si intasa e potrei anche farmela ogni 3 giorni senza divenatre osceno, ma continuo a farla principalmente ogni 2…..

        • andrea ha detto:

          si anche io la faccio ogni 2. farla dopo un giorno non mi da tanta soddisfazione. mi piace vedere che da un casino diventa tutto pulito. 800 rapira e 1400 astra? volevi fare il grossista? di solito le compro a 100 e pensavo di essere un maniaco, tu da 800 in su tanto per provare? mettiamoci d’accordo, hai solo rapira di un tipo? vediamo quali hai tu, quali ho io e accordiamoci per uno scambio.ah le rapira rosse non le voglio. le astra vanno bene poche se sono le verdi, qualcuna se sono le blu.
          posso scambiare
          feather
          gillette platinum
          bic
          derby extra
          gillette goal
          mi interessano le tiger.
          spedizione posta prioritaria, scambio alla pari ovvero baratto.

          • claudio ha detto:

            vediamo, come ti dicevo appare le varie campionature assortite, posso mandarti della ASTRA VERDI e RAPIRA (scatola bicolore rosa ed azzurra che penso sia la piu comune) in abbondanza, e dovrei avere ancora 8-9 scatolini di Tiger.
            le altre sono tutti scatolini singoli che ho preso di prova ed oltretutto gia le conosci, forse ti mancano le gillette minora, non ti perdi nulla ma ma per dovere di cronaca credo di averne giusto 2-3 lamette di numero

        • andrea ha detto:

          cmq io le proverei tutte le 800 rapira, poi gliele mandi già collaudate.

          • claudio ha detto:

            ti spiego, tutto è nato da un Merkur 34G HD (che per me è pacchiano e pure grossolano) che ho comprato da spedire a mio “suocero” in Nigeria, poi la mia compagna mi dice che suo padre si fa la barba col sapone normale della saponetta perchè la quello che si trova è tutto contraffatto oppure costa parecchio. in entrambi casi non vale la spesa viste oltretutto le difficoltà economiche che ci sono, Così ho preso pure una 15ina tra proraso e figaro. mi sono messo alla ricerca di grossisti per mandare giu un 30 kg di cose varie. so che laggiù hanno le Tiger ed avendole provate vorrei mandare qualcosa di migliore, percui ASTRA VERDI, provato anche le RAPIRA, è vero, alla dalla seconda rasatura in avanti si scoramellano un po naturalmente e sono piu comfortevoli della prima pur mantenendo una quasi costante affilatura per 3-4 barbe. per ammortizzare le spese di spedizione che faccio? compro in quantitativo grosso. diciamo ho speso questi 100 euro per 2000 e rotte lamette
            siccome poi il “suocero” ha le mani bucate e qand ha qualcosa si sente “un presidente” e lo condivide con tutti… ho fatto questo stock di roba varia da mandare.
            Infine… la mia compagna sta cercando un localino per farci un negozietto di cosmetica, bigiotteria, extension e roba per capell varia, così le ho detto… ed un piccolo angolino per rasatura classica che a savona è piuttosto raro apparte la proraso all’ipercoop e la figaro con wilkinson di plastica da Ipersoap? e così ho preos contatti con susan darnell (del Vitos) per vedere di riempire, per ora ipoteticamente, questo negozio, e per fortuna che c’è la crisi, se ci fossero i soldi a quanto ammonterebbero gli affitti?

            • andrea ha detto:

              qui vicino a me c’è una coltelleria che ha anche del buon materiale, più tiene anche qualcosa di serio come rasatura. vale a dire almeno un fatip, qualche sapone da barba tipo mondial e cella e dei pennelli di tasso. ma sta per chiudere. il sapone cella da 1kg ce l’ha in vetrina da almeno un anno, non so neanche se è ancora sano. il punto è che la maggior parte dei maschi anziani si sono convertiti all’usa e getta, non avendo in vita loro mai provato rasoi, lamette e creme da barba serie. i giovani manco sanno cosa sia un rasoio double edge, e neanche i vecchi a dire il vero, pensano che sia il bilama. quando traduco io dico il doppia lama, e loro capiscono bilama. in un paese o anche in una città non so se hai abbastanza clienti per questo settore. Solo se fai vendita su internet puoi sperare di fare i numeri. ma per fare vendita su internet, a parte buttarsi su ebay, hai il problema poste italiane, che per una spedizione minima ti costa 7€ e ti sfasa il prezzo del prodotto. Se ti rivolgi ad un corriere, puoi anche spuntare buoni prezzi se fai numeri enormi. in altre parole, tra spese di spedizione e spese di affitto sei fregato. per fare 5-600€ di affitto che verrebbe in un paesino (in una città non ho idea: 1500?) quante creme da barba sulle quali ci guadagnerai mettiamo anche il 50% a stare larghi, devi vendere? sapendo che poi durano 6-8 mesi ciascuna e poi pagaci le tasse, luce e riscaldamento. non so tu che conti hai fatto. io non partirei neanche. Per le extensions non saprei. le donne sono strane: da una parte si rasano a zero, dall’altra si allungano. mah, valle a capire.

              • claudio ha detto:

                le africane hanno la necessita’ di farsi le trecce o di tagliaresi i capelli corti e poi applicarsi extension perche i loro capelli quando arrivano alla lunghezza superiore ai 5 cm diventano un groviglio ingovernabile, li pettini e li districhi e dopo nemmeno 10 minuti sono di nuovo aggrovigliati, cosi per rimanere femminili applicano trecce o ciocche gia legate ad una striscia di tessuto, e se le legano i loro capelli. il negozio comprenderebbe vari articoli, l’angolino extension lo farebbe perche lei puo metterle ed apparte i cinesi cpon la loro roba di naylo, in citta non ce ne sono altri e devono tutti andarle a prendere a genova, la vetrinetta rasoi sarebbe simbolica, una manciata di rasoi e qualche ciotola di sapone… giusto per dire noi ce l’abbiamo e tutti gli altri no, come ti dicevo, solo proraso all’ipercoop, figaro all’ipersoap e prep al carrefour

                • andrea ha detto:

                  sai quella coltelleria che ti dicevo? ecco, sta per chiudere. sconti del 50% fino ad esaurimento. Sono entrato di colpo: pennelli, rimasto solo omega 48, rasoi spariti (un fatip a poco prezzo lo avrei preso), in compenso cella da 1kg a 8,5€. l’ho preso, non ho resistito. non so cosa farne, a parte provarlo. ho 3 taylor e 1 tabac, hai idea di quanti anni ci voglia a consumarli?
                  cmq, a proposito di negozi, nn so se posso mettere link su youtube in questo blog, ma ci provo. dai una occhiata.

                  • claudio ha detto:

                    stavo discutendo con un amico in questi giorni che avrei voglia di provare il vitos, magari quello al mentolo in vescica ( a me piacciono gli aromi freschi di mentol ed eucalipto), lasciando perdere proraso e cella, ma mi spiace lasciare quelli iniziati a metà, considerando che ho mezza ciotola di proraso che terminerò credo ad agosto di sto passo, una cella quasi intera, una palmolive al mentolo in tubetto da 15 anni nell’armadietto, una Prep nuova che mi soddisfa piuttosto bene… ( 5-6 riverside della naia quelle e metterò su ebay fra 25-30 anni). credo che fino al 2018 sono a posto. eppure sulla pagina del rasoio di FB… qualcuno sostiene una ciototla da 150 duri 3 mesi poco più, secondo me montarla nel coppino ne fa sprecare un bel po, anche se viene meglio che direttamente in viso.
                    comuqnue…. se ti interessava qualche lametta, come possiamo scambiarci un contatto diretto?

                    • andrea ha detto:

                      per il contatto diretto basta chiedere al webmaster che modera tutti i commenti, quindi li legge e ha i nostri indirizzi. basta chiedere che ce li mandi.
                      Per il resto ti dico che ho provato la cella e, sebbene sia più difficile da montare rispetto alla taylor, poi è un gran sapone, soprattutto molto lubrificante per lo scorrimento della lametta e molto buono per la pelle. Per quanto riguarda la durata, faccio riferimento al video che ho postato: nel video, il cliente, chiede al barbiere, come mai ci mette tanto a insaponare. Lui risponde che si rade così ogni mattina. La spiegazione arriva dopo, quando viene chiesto che tipo di lametta sia preferibile usare. Il barbiere risponde che non importa quale lametta usi, sta tutto nella preparazione e nel rendere soffice la pelle. Io non spreco nulla del sapone pur usando anche la ciotola, perchè se ne avanzo un poco lo lascio nella ciotola, tanto lo devo usare presto. quindi al massimo si secca un poco, ma appena riaggiungi acqua torna nuovo. Ne uso però molto per fare l’insaponatura, cioè creo una schiuma relativamente densa (sempre meno di quella delle bombolette che è esageratamente densa) e a volte la prima insaponatura la faccio senza radere, cioè risciaccquo, e poi ripeto. questo per ammorbidire bene. chi usa il sapone in questo modo, è ovvio che gli duri meno, ma il piacere e il risultato è maggiore. Ovvio che la schiuma fatta in ciotola venga meglio che sul viso, ma non bisogna fare l’errore di creare la schiuma in ciotola e poi limitarsi a stenderla sul viso, perchè viene meno qualsiasi azione di “scrubbing” sulla pelle e inoltre la schiuma ha meno tempo per agire come ammorbidente. capisci quindi che ci vuole qualche minuto in più e si consuma più sapone.

  26. andrea ha detto:

    ho fatto il primo giro con le TOMY. la confezione è buona, dispensatore in plastica, grafica del cartoncino stile abito gessato, nome stampato in colore oro. il nome fa un poco gay, ma va beh.
    la lametta è nuda. nulla di cui scandalizzarsi, non c’ha le tette, semplicemente non ha nulla di nulla stampato sopra. Solita tecnica per le prime prove: barba 2 giorni, slant bar per iniziare, 1 pelo, 1 est ovest, 1 ovest est, 1 contropelo con merkur progress.
    Come capacità di taglio direi che è di fascia alta. Come bruciore all’allume di rocca direi che è molto buona, nel senso che brucia poco. se ero soddisfatto delle bic o delle derby extra, queste sono superiori. andrebbero paragonate alle gillette platinum. non so ancora la durata.

    • andrea ha detto:

      adesso so la durata. dopo 2 rasature direi ottime, la terza non ha tenuto all’allume di rocca. la lametta non tirava, no tagli, no abrasioni, ma con l’allume di rocca sono stati 5 minuti di fuoco. devo riprovarla ovviamente, per essere sicuro. per 2 rasature è una grande lametta.

    • andrea ha detto:

      confermo le Tomy come buone lamette. sto giro ammetto di esserci andato pesante e di fretta, ma cmq si sono comportate benissimo. bruciava un poco di più l’allume di rocca ma niente di esagerato. tutto sommato ottime.

  27. andrea ha detto:

    Gillette Goal: lasciate perdere. Sono lamette di fascia medio bassa. Non molto affilate, tagliano sicuramente più delle rapira rosse, ma neanche tanto. sono meglio le bic o le derby extra. scarse anche all’allume di rocca. non ho neanche voglia di dilungarmi in particolari della rasatura tanto sono deluso.

    • claudio ha detto:

      non so quali differenze possano esserci, Le gillette Minora Platinum sono per me lamette da barbiere, tagliano poco ed una volta sola, ma sono confortevoli quindi premendo un pochino di piu fanno il loro senza danno, secondo me idonee ad un barbiere che deve cambiare lametta ogni volta o per ua sbarbata frettolosa senza rischio di affettarsi, o lametta da viaggio, si porta dietro per un week end lungo e poi la si butta invece di lasciarla nel rasoio uno due mesi fino alla prossima occasione

      • andrea ha detto:

        a dire la verità ho fatto un taglio di capelli con una gillette goal nuova pensando che se per me era scarsa per la barba, forse per i capelli andava bene. e sai che è vero. ha fatto un taglio eccellente e ha fatto anche un secondo taglio molto buono. forse devo dare un’altra possibilità alle goal per quanto riguarda la barba.

  28. andrea ha detto:

    le wiking’s sword meritano una valutazione professionale: scarse

  29. andrea ha detto:

    dopo tanto girare sono tornato all’ovile: dopo aver provato 20 tipi di lamette, direi che se dovessi prenderne una e basta, prenderei le astra platinum. qualità, prezzo, taglio, allume di rocca. tutto buono.

    • claudio ha detto:

      alcuni giorni fa lo scrissi che alla fine si finisce tutti li o poco distante, poi tu per dovere/piacere di cronaca useresti perfino le scegge di selce, ma alla fine Astra Platinum sembrerebbero il miglior compromesso resa/spesa. ti mando una mail,

  30. ingegno68 ha detto:

    hai ragione, anche io dopo tanti giri ho concluso che le astra platinum verdi rappresentano il miglior compromesso tra tutto. Ora le sto utilizzando con il gillette super adjustable regolato su 7. Abbinamento perfetto

  31. merollif ha detto:

    Qualche anno fa compravo le Tondeo nello standard Gillette. Eccellenti. Poi sparite. Qualcuno le ricorda? Conosce il sito dove comprarle?

  32. andrea ha detto:

    prime esperienze con lo shavette. stavo testando varie lamette col DE per capire quale fosse la migliore in assoluto (ad ora sono convinto che sia la TOMY), che mi è arrivato lo shavette.
    allora ci ho provato. Lametta scelta: rapira. perchè non avevo il coraggio di usare qualcosa di migliore. risultato scarso. ho fatto una sola passata. la seconda non me la sono sentita. qualche abrasione, piccolo taglietto, l’allume di rocca bruciava solo a guardarlo, non vi dico quando l’ho passato. mi ci vorranno 3 giorni senza tagliare per recuperare la pelle. poi provo a salire di lametta, sperando che migliori la tecnica piano piano.

    • claudio ha detto:

      io lo shavette l’ho provato ancora prima del DE… anzi no, prima qualche barba col vecchio DE di recupero e pi provato lo shavette in attesa del Fatip, c’è da dire che se parti con una lametta meno affilata, ti senti piu sicuro ma non fai molta strada, oramai la mano e l’esperenza ce le hai, passare allo shavette con una lametta affilata e mano leggera non dovrebbe riuscirti abbastanza facile, almeno dalla parte della mano che usi.

      • claudio ha detto:

        errata corrige, ” dovrebbe riuscirti abbastanza facile”

        • andrea ha detto:

          grazie del suggerimento. domani provo.

          • andrea ha detto:

            effettivamente è molto meglio con una lametta affilata. solo che ho poca mano, quindi arrivo all’allume di rocca sembra che stia passando il peperoncino.
            A confronto lo slant sembra un rasoio soft per principianti.

          • claudio ha detto:

            senza contare che con un DE ed una lametta scarsa… fai un po di pressione e bene o male la rasatura la rimedi, uno shavette con lametta scarsa e’ proprio atroce, o non radi oppure rischi davvero di ferirti maldestramente, se sei di mano leggera e ferma usa pure subito delle lamette affilate, la parte difficoltosa sono i contropeli e la guancia opposta alla mano che usi. ma e’ questione di pratica anche li

            • andrea ha detto:

              si, in effetti è vero. se la lametta con lo shavette rischi di aumentare la pressione il chè vuol dire raschiare la pelle, oppure rischi che ti salta e l’impatto può facilmente diventare un taglio. cmq, il problema della guancia opposta l’ho risolto cambiando mano: un poco difficile all’inizio, ma si tratta solo della parte alto-basso. dopo un poco ci si abitua.

  33. andrea ha detto:

    usando lo shavette mi viene in mente una considerazione sulla durata della lametta.
    stranamente dopo aver usato una mezza lametta, mi viene di istinto di gettarla.
    allora penso ad un normale barbiere: cosa fa con una mezza lametta dopo che l’ha usata? la getta.
    Quindi se sono un produttore di lamette, quanto faccio durare una lametta? ha senso fare lamette che durino 10 rasature? no, basta che ne durino una. ma come faccio ad essere sicuro che duri una rasatura? faccio la lametta che ne duri 2, così almeno sono sicuro che non ceda verso la fine della rasatura provocando irritazioni. ecco spiegato, secondo me, perchè le lamette buone durano 4 rasature. il motivo è che ogni lato è fatto per durare 2 allo scopo di fare 1 per bene.

  34. claudio ha detto:

    il barbiere deve cambiarla ad ogni rasatura per forza si cose, ma noi possiamo sfruttare appieno il margine di sicurezza ehehehe. il mio barbiere usa elios…

    • andrea ha detto:

      elios? le ho sentite, ma sempre trascurate avendo paura di trovarmi in mano delle bolzano o altre rapira.
      ormai sono abbastanza della scala di taglio, che a livello più basso, corrisponde anche inversamente alla irritabilità della lametta, cioè meno taglia e più irrita.
      a livello
      0) rapira
      1) gillette goal
      2) bic chrome
      3) derby extra
      fin qui quello che ho provato più volte. derby è per me l’accettabile. il resto è buono per la rasatura dei capelli e peli vari extra: la mia barba non è il loro mestiere. vado avanti.
      prossimo confronto diretto astra platinum e gillette platinum che mi servono per determinare lo standard del livello superiore. sono curioso di vedere se sono meglio gillette platinum o astra platinum o se come sospetto, siano la stessa cosa. poi voglio confrontare le fether, che sospetto non essere affatto superiori alle gillette plat e astra plat.
      quindi piazzerò in classifica le fantastiche tomy, e le pòlsilver. quindi astra blu, gillette super thin, qbal, viking sword. una al mese, e anche di più. meglio del cazzaro alla presidenza del consiglio.

  35. claudio ha detto:

    e’ tanto che non uso le gillette platinum, ma ho grossomodo il tuo stesso sospetto, per quanto riguarda le feather… alla prima mi danno un grande impatto, effettivamente radono, ma cambiano gia’ dalla seconda e sicuramente dalla terza calando poi vorticosamente. sono arrivato alla quarta rasatura con le feather solo dopo aver abbandonato la proraso per la prep, altrimenti non oltrepassavo la terza sentendo un notevole declino. Si le elios sono lamette da peli sul collo secondo me.

    queste Tomy non le ho mai viste nemeno su internet… mi interessa un tuo giudizio definitivo e categorico quando i tempi sarano maturi. vedo che abbiamo grossomodo le stesse caratteristiche barbesche, ma tu sei molto piu tecnico ed attento, io invece sopporto quasi qualsiasi cosa purche non mi ferisca, anche se poi le differenze le scorgo

    • andrea ha detto:

      sospetto errato. le gillette platinum sono superiori come affilatura alle astra platinum.
      decisamente superiori. le astra platinum sono ottime, ma lo shavette a secco è un buon test. se una taglia bene anche a secco e l’altra tira…
      non c’è storia, le gillette platinum sono superiori.

      • andrea ha detto:

        e adesso andiamo a verificare un’altra cosa: tagliano di più le gillette platinum o le feather?

        • claudio ha detto:

          ricordo una credo tua comparativa in cui dicevi che comunque le gillette platinum erano le migliori per 5 rasature a 0.50 euro a lametta, feather 0.30 euro a lametta per 3 rasature… astra platinum inferiori ma comunque buone e molto convenienti

          • andrea ha detto:

            allora la questione sta in questi termini:
            1) allo stato attuale non scambierei mai una rasatura col double edge con una rasatura allo shavette.
            2) quando tagli col double edge, per fare un taglio eccellente, fai 4 passaggi: pelo, due laterali e contropelo.
            3) quando tagli con lo shavette, quello che prima ottenevi con 3 passaggi o quasi 4 passaggi, adesso lo faccio con un passaggio.
            il problema è che col double edge, se la lametta tira, alleggerisci e passi avanti in qualche modo. La schiuma effettivamente ti fa da cuscinetto.
            Con lo shavette, forse sbaglio io, la schiuma seve solo ad indebolire il pelo. perchè il pelo lo becchi proprio sotto, non hai una guardia o un pettine che te lo distanzia se alleggerisci.
            la pelle dopo che è passato lo shavette, è asciutta, pulita, puoi anche non sciacquare se il problema fosse togliere i residui dove è passato il rasoio.
            quindi se la lametta non taglia, ti pianti e cominci a tirare e se non hai mano, anche a premere. questo è il perchè la differenza tra le varie lamette si sente parecchio

            • andrea ha detto:

              tieni presente che sulle guance ho la stessa sensazione liscia che ho col double edge dopo il contropelo, ma l’ho ottenuta con lo shavette in un unico passaggio nella direzione del pelo. fantastico, ma non ti dico l’allume di rocca che cosa fa dopo.

          • andrea ha detto:

            mantengo tutto, buone le astra, ottime le gillette platinum ma ad oggi non comprerei più una feather (però mi tengo quelle che ho), paragonata alle gillette platinum è fuori prezzo, almeno a farla arrivare in italia, magari in giappone costano un quarto.

            • andrea ha detto:

              ah ad oggi le gillette platinum le paghi 20€ di 100 sulla baia quindi se le feather costano di più, non li valgono.

  36. andrea ha detto:

    Tomy Personna, non ancora ben testate. non mi pare durino molto, direi 2 rasature, non sono neanche affilatissime, meno delle astra e più delle derby. ma irritano poco e non costano tanto.

  37. ingegno68 ha detto:

    Gillette platinum superiori a feather sicuramente per profondità di taglio e decadenza dell’affilatura.
    Durata praticamente la stessa. Nel mio caso 4 rasature

    • andrea ha detto:

      si, direi che sono d’accordo. non è una differenza enorme ma per me gillette platinum taglia più delle feather. non è evidentissima la differenza, ma per me c’è e poi effettivamente c’è il discorso della durata che si traduce in un taglio migliore perchè non ti cala le prestazioni durante la rasatura.

      • andrea ha detto:

        tra l’altro ne esistono 2 versioni delle gillette platinum
        una con scatola e confezione bianca e sulla lametta non c’è scritto platinum e ci sono delle frecce o triangoli neri, l’altra confezione blu e sulla lametta c’è scritto platinum. io ho le blu, e in passato ho provato le bianche e mi sembravano anche meglio, è una impressione.

  38. andrea ha detto:

    prossimo giro: Tomy su shavette.

  39. andrea ha detto:

    ho un sacco di commenti da moderare.
    ho usato le tomy su shavette. e mi sono fatto qualche taglietto, probabilemente dovuto al mio stato emotivo, sono un poco incazzato per i fatti miei.
    però tutto sommato alla fine non è stato male. per fine intendo allume di rocca e il taglio è buono. mi sa che ste lamette mi piacciono proprio.

  40. andrea ha detto:

    devo dire che dopo alcuni tagli con lo shavette, la rasatura con lo slant è notevolmente migliorata. sto usando una tecnica simile allo shavette, ma con lo slant: due passaggi, pelo e contropelo. minima irritazione minimo bruciore all’allume di rocca, massima profondità di taglio e gillette platinum. vorrei riuscire a radermi sempre così. ma so che posso migliorare. lo shavette serve a migliorare il de.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...