Gillette Fusion, ma quanto mi costi?

L’altro giorno uscendo da una nota catena di supermercati mentre la cassiera stava litigando con un cliente purtroppo molto piú avanti, ho iniziato ad osservare le testine dei multilama in vendita. O meglio, sono rimasto intontito di fronte al costo delle testine del Gillette Fusion. Ok, va bene, hanno sei lame ma non mi sembra che l’acciaio sia così tanto aumentato di prezzo negli ultimi giorni. Erano addirittura rinchiuse dentro un dispenser che permetteva di prendere una sola confezione alla volta (4 testine). Se la china è questa si arriverà ben preso all’armadietto blindato.

Tutto questo mi porta a farmi questa domanda. Spenderà di meno chi usa questi prodotti o chi usa i tradizionali rasoi a lametta? Mettiamo a confronto due nostri amici: Mario e Giorgio. Entrambi sono persone che si trattano bene. Entrambi hanno sui 40 anni e un lavoro che implica avere una volto ben curato. Per la rasatura non scelgono i prodotti piú economici ma allo stesso tempo non spendono neanche dei capitali.  Hanno entrambi per molti anni usato rasoi elettrici ma un anno fa hanno preso entrambi la storica decisione di cambiare. I punti in comune si fermano però qui.

C’è una differenza tra i due.

Mario ha iniziato ad usare i rasoi multilama e, perché no, la schiuma in bomboletta. Chi ha 40 anni spesso non conosce alternative. La pubblicità è molto chiara in merito, piú lame ci sono meglio è. Però ci vuole la schiuma, mica ci si può radere così. Certo, dove si è recato a fare acquisti c’erano anche pennelli e creme ma li ha esclusi in partenza; certi ritmi di vita implicano soluzioni veloci. Quindi ha optato per una schiuma in bomboletta.

Giorgio è un po’ piú riflessivo, ha analizzato il problema, e visto che usa spesso internet ha scoperto che esistono numerosi siti sull’argomento e anche un paio di forum. Le sue prime considerazioni sono state di perplessità. Ma di cosa parla questa strana gente? Questa roba io mica l’ho mai vista in vendita! Poi, leggendo leggendo, si è fatto convincere e oggi utilizza esclusivamente un rasoio di sicurezza con lamette.

Entrambi sono contenti della soluzione che hanno scelto. Ma questo non è un sondaggio sulla soddisfazione del cliente ma un’analisi dei costi. Vediamo quindi quanto spendono abitualmente Mario e Giorgio.

Partiamo dal primo giorno di spesa.

La spesa iniziale

Mario in effetti non ha grossi problemi a reperire quanto gli serve. Si reca in un grande centro commerciale e non ha che da guardarsi in giro. La sua scelta è presto fatta un bel rasoio con tante lame manuale pure in offerta (7,99 €) e già che c’è prende una confezione da 4 testine di ricambio (12,40 €). Poi ci vuole la schiuma, gliene hanno consigliata una favolosa che ha una X nel nome, c’è addirittura in 3 tipi differenti tutti a 2,52 €.

Per Giorgio la cosa è un po’ piú difficile. Nello stesso centro commerciale di Mario trova facilmente le lamette (Wilkinsons 2,72 € 5 pezzi) e un pennello di pura setola dichiarato professionale a 7,50 €.  Anzhe a lui hanno consigliato una crema in tubetto che ha la X nel nome, c’è la versione bomboletta ma crema nisba. Ci sono altre creme ma quasi tutte contengono mentolo che sarà anche rinfrescante ma a lui non piace. Alla fine ripiega su un sapone  Tabac Original  da 150 grammi a 16,00 €.  Per il rasoio ce ne è uno solo in vendita ma aveva già preso accordi con il suo barbiere che gli procura un rasoio Feather a 25,00 €.

Facciamo due conti. Mario se la è cavata a buon mercato, spende infatti un totale di 22,91 €. Per Giorgio le cose sono differenti, infatti, oltre ad aver perso piú tempo nel cercare tutti i prodotti ha totalizzato 51,22 € piú del doppio di Mario!

La spesa iniziale per chi inizia a radersi usando i rasoi a lametta non è semplicemente piú alta ma è oltre il doppio di quanto spende chi sceglie i rasoi multilama.

Certo, qualcuno potrebbe obiettare che Giorgio avrebbe potuto risparmiare rivolgendosi online; questo è vero solo in parte in quanto le spese di spedizione portano ad annullare molti vantaggi. L’unico risparmio sensibile si potrebbe avere scegliendo un rasoio vintage. Inoltre anche Mario potrebbe fare una scelta analoga quindi rimaniamo ai canali di vendita tradizionali. Occorre considerare che nessuno dei due ha fatto comunque scelte economiche, Mario non ha optato per i rasoi usa e getta e la bomboletta a marca del supermercato ma anche Giorgio ha snobbato un rasoio Wilkinsons e per la crema poteva risparmiare non poco.

Ma dopo un anno avrà ancora risparmiato Mario oppure Giorgio si prenderà una rivincita? Vediamolo insieme.

Dopo un anno un portafoglio piange, quale?

Per capire quanto spendono Mario e Giorgio nel loro primo anno occorre stimare quanto spesso si radono.

Giorgio dopo i primi timidi tentativi ha scoperto che radersi gli piace; se prima con il rasoio elettrico ogni tanto portava la classica barba dei 3 giorni ora si rade quasi tutti i giorni e lo farebbe sempre solo se a volte il lavoro non lo costringesse ad uscire dal letto solo poche ore dopo esservi entrato. In realtà Giorgio ha saltato 7 giorni tutti di seguito quando è andato in vacanza con il solo bagaglio a mano e non potendo quindi portarsi le lamette. Al suo ritorno non ha avuto alcuna difficoltà a rimuovere il tutto. Insomma per farla breve diciamo che Giorgio si rade mediamente 5 giorni a settimana.

Anche Mario ogni tanto avrebbe portato la barba da 3 giorni. Ha scoperto però che con un rasoio multilama questo non è semplice. Se la barba è piú lunga di due o tre giorni le lamette si riempono rapidamente di peli e iniziano ad incastrarsi forzando a premere la mano e provocando irritazioni e taglietti. Anche lui è andato in vacanza senza rasoio; i multilama si possono portare nel bagaglio a mano, Mario se lo era semplicemente dimenticato (lapsus freudiano?). Al ritorno non ha neanche minimamente pensato di usare direttamente il rasoio ma si è prima accorciato la barba con il tagliabasette. Insomma se Giorgio ha scelto di radersi quasi tutti i giorni, Mario è forzato a farlo se non vuole poi faticare il triplo e a pena di una forte irritazione della pelle. Quindi mediamente anche Mario si rade 5 giorni a settimana.

Però la durata delle lamette è differente. Le lamette di Giorgio durano 3/4 barbe mentre quelle di Mario sono effettivamente piú efficienti visto che, usate correttamente, durano anche 10/12 barbe.

Giorgio ha iniziato ad usare le lamette che recupera tramite il barbiere e 20 pacchetti da 5 lame gli costano 20 € e quindi 20 centesimi a lametta. Per la precisione Bolzano Superinox. Ha provato anche lamette piú economiche come le Treet o le costose Feather ma alla fine quelle che lo soddisfano di piú sono le Bolzano. Giorgio ha potuto scegliere, questo è praticamente impossibile per rasoi recenti i cui attacchi delle testine sono ancora coperti da brevetto. Mario infatti non può che usare le lamette della stessa marca del suo rasoio però ha approfittato di una conveniente offerta in un supermercato locale che vendeva 8 testine a 21,90 € praticamente 2,74 € a testina.

Facciamo due conti, entrambi si fanno circa 254 volte all’anno la barba. Giorgio deve usare circa 73 lamette per una spesa di 14,50 € mentre Mario cambia 23 volte la testina del suo rasoio per un totale di 63,30 €.

Ma c’è anche da considerare il companatico del rasoio ovvero il sapone e la schiuma. Quanto spendono i nostri due amici? Giorgio si è ormai affezionato al Tabac e ha continuato ad usarlo. Ha scoperto che esistono i ricambi per la confezione a 10 €. Questo sapone poi ha una eccezionale durata, un ricambio dura circa due anni e quindi la spesa annuale è di 5 €. Anche Mario non ha cambiato idea. Una bomboletta gli dura oltre 30 barbe e quindi ne usa 8/9 all’anno per una spesa di circa 20 €.

Quindi Giorgio spende all’anno meno di 20 € mentre Mario ne spende piú di 80!

Chi usa i multilama e la bomboletta arriva a spendere 4/5 volte quanto spende chi usa le lamette tradizionali!

Considerazioni finali

Quello riportato è un esempio,  non si pretende di dargli validità scientifica. In quanto l’uso e la scelta di differenti prodotti così come la durata delle lamette sono tutti fattori molto personali. Ci sono inoltre costi che non abbiamo considerato come quello per l’acqua calda per il pennello o per un eventuale ciotola da barba; così come entrambi i soggetti devono pur usare un dopobarba. Non inficiano comunque le considerazioni finali.

L’esempio fatto è infatti comunque realistico e la conclusione è molto semplice:

Chi usa il rasoio a lamette usa e getta e pennello e sapone o crema da barba deve spendere molto di piú all’inizio ma già in poco tempo recupera quanto ha speso rispetto a chi usa i multilama!


Note:

  • i prezzi sono stati rilevati nei seguenti punti vendita tra agosto e settembre 2011: Coop, Acqua e Sapone, profumeria Rossi di Bologna
  • I ricambi da 8 testine del rasoio considerato sono difficili da trovare e il prezzo riportato è stato preso da un volantino della catena Auchan
  • Sia Mario che Giorgio esistono ma non si chiamano così
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in riflessioni. Contrassegna il permalink.

14 risposte a Gillette Fusion, ma quanto mi costi?

  1. Barbara Primo ha detto:

    Bellissimo articolo! Complimenti! 🙂

  2. anto1823 ha detto:

    quando mi rado con il rasoio di sicurezza mi taglio in certi punti, qualche pelo si incarna e sul mento faccio fatica a farmela, questo non mi succedeva con il rasoio multilama forse la lametta che uso non è buona?aiutoo

  3. Gianni ha detto:

    mi identifico in Giorgio, ma con l’idea di diventare Mario ben presto!! 😉

  4. Bernardo ha detto:

    Complimenti, bell’articolo.
    Come il 90% degli Italiani mi identifico in Mario.
    Utilizzando 23 ricariche come Mario delle migliori in commercio, spendevo circa 15€ per 4 ricariche ogni mese (utilizzavo le stesse di Federer), quindi spendevo 180€ l’anno. Ad un certo punto, fatti due conti, mi sono messo alla disperata ricerca di qualcosa di altrettanto valido ma ad un prezzo migliore, ho provato di tutto (comprese le lamette dei discount) e più o meno mi sono spesso trovato bene.
    Ad un certo punto, scopro le lamette della RazWar, mi informo e scopro che a differenza dell’80% delle lame in commercio che vengono fabbricate in Korea o in Cina, le RazWar sono prodotte negli Stati Uniti. Non devono supportare i costi delle immense campagne pubblicitarie e sono molto apprezzate in Francia, Germania e Belgio, inoltre si può sottoscrivere un abbonamento annuale in modo da riceverli direttamente a casa (4 spedizioni l’anno) senza preoccuparsi di dover fare la fila al supermercato.
    Ne ordino 3, una di ogni modello e sin dalla prima barba, mi accorgo di aver fatto una scoperta a dir poco entusiasmante, sono meravigliose! Specialmente il modello “El Fidel”, per il quale ho sottoscritto un abbonamento.
    Oggi spendo 50€ l’anno per le lamette me ne arrivano 36 e sto pensando a sfruttarle per due anni in modo da spendere 25€ l’anno.
    Talmente felice e soddisfatto della mia scoperta che mi sento in dovere di informare quante più persone che come me a volte si sentono rapinate.

  5. fondano ha detto:

    L’ha ribloggato su Fondano.

  6. Giovanni ha detto:

    Una testina di gillette fusion proglide mi dura 6 mesi almeno, radendomi 4 volte alla settimana. Mai avuto un problema.

  7. Giovanni ha detto:

    Quoto su tutta la linea, ma aggiungo che ho comprato il nuovo rasoio gillette fusion proglide power Flexball, e rispetto al fusion power proglide ha migliorato notevolmente il risultato della rasatura. Test effettuato con la stessa lametta vecchia molti mesi (almeno 9) smontata dal vecchio rasoio e montata sul nuovo. Non è tanto questione di lametta quindi, quanto di miglioramento della vibrazione, si percepisce anche solo tenendolo in mano che vibra in modo più intenso (a parità di batterie nuove in entrambi).
    A conti fatti chi è appassionato del rasoio vintage del bisnonno è sacrosanto che segua la sua passione senza essere criticato, lo stesso vale per i saponi inglesi blasonati da 20€ l’uno. Ma da qui a dire che conviene molto di più, o che faccia la barba meglio, mancano le prove a sostegno.
    E lo dico dopo essermi scorticato con un DE per una decina di giorni, e speso un centinaia di euro tra Dr. Harris e Castle Forbes e compagnia cantante. Alla fine della fiera: rasoio gillette fusion proglide power flexball + crema da barba proraso rosso + floyd = rasatura perfetta. Anche ora a fine giornata se passo la mano in contropelo non sento praticamente niente (e son passato da un sapone da 20€ a una crema da 2 €).

  8. Beppe Perri ha detto:

    Con 2 testine Fusion sapone Vitos radendomi tutti i santi giorni le testine che uso hanno già rasato per oltre 18 mesi è tagliano ancora

  9. Gidasu ha detto:

    Io uso lamette bilama Bic e la faccio un giorno si ed uno no. Con una lametta ci faccio anche 5 settimane. Ho una barba normale.

  10. Se si utilizzano le lamette fusion con il sapone di marsiglia e il metodo di rasatura xMov le testine radono meglio, la pelle non si irrita e una testina dura più di un anno.

  11. Ho provato il rasoio di sicurezza che vende la Wilkinson a 5 euro ma mi sono irritato tutto il viso. Credo che sia fatto male e che lo facciano di proposito.

  12. Ant78 ha detto:

    complimenti per il commento:: cmq io mi rado ogni 9 giorni con il fusion proglide manual e oltre al fatto che ci impiego 2 minuti a radermi, mi lascia la pelle liscia e la testina mi dura molto di più dei rasoi di sicurezza o qualsiasi altro rasoio, certo costano un bel pò.. ma ne vale la pena :)))

  13. massimo ha detto:

    18 mesi una testina? allora vi radete con qualcosa che non taglia più da oltre un anno.
    io ho un fusion nel cassetto, 3 rasature ed è già alla frutta, sono passato a un rasoio di sicurezza di qualità, uno shavette e lamette astra, zero irritazioni mentre il multilama mi irritava, e il costo è irrisorio. certo se prendete il rasoio del lidl vi massacra, provate con un rasoio decente, poi il fusion lo buttate, come ho fatto io.

  14. pietro ha detto:

    Maddai. Uso Fusion e ogni lametta mi dura almeno 3 mesi e una bomboletta 2 mesi. Quindi 16 euro all’anno di lamette e 7/8 di bombolette (in offerta della Proraso, per esempio). Mi sa che chi usa il rasoio da barbiere è un pó fighetto con la puzza al naso…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...