Tipi di barba

Ecco un buon esempio di alcuni tipi di barba.

Nessuna barba, è il caso piú semplice. È un buon frequentatore di questo blog a cui piace la faccia totalmente pulita.

Completa, qui siamo all’estremo opposto. Questo mi sa che il blog non lo frequenta. Al limite usa un regola barba per curarne la lunghezza. Però d’estate che caldo!

Baffi, qui ci si fa crescere solo i peli tra naso e labbro superiore. Foggia presente anche in alcune donne proverbiali.

Baffetti, versione leziosa dei precedenti. Non è certamente adatta a tutte le facce; Clark Gable se li poteva permettere, D’Alema non tanto.

Baffi a manubrio, versione classica e virile dei baffi. È passata di moda anche perché non sono molte le persone che se li possono permettere. Visto che sono i 150 anni dall’unità d’Italia non possiamo far meno di ricordare Umberto I Re d’Italia

Baffi spioventi, i baffi proseguono fino ad arrivare alla mandibola. Da evitare salvo che non si guidi una Harley Davidson vestiti di cuoio nero o che si debba recitare interpretando un operaio degli anni 60.

Mosca, la parte di barba sopra il mento e sotto il labbro inferiore.

Pizzetto, la parte di barba che cresce sul mento e ai lati.

Pizzetto a punta, come il precedente ma marcatamente a punta. Lezioso e vagamente mefistofelico

Circolare o a battente di porta, praticamente una unione tra pizzetto normale e baffi spioventi. Ricorda in effetti uno di quei simpatici anelli di bronzo attaccati ai portoni di solido rovere

Basettoni, sì proprio come il commissario amico di topolino. Dopo gli anni 70 sanno di vecchio ma poi ritorneranno

alla Cecco Beppe, unione di basette e baffi. La portava Francesco Giuseppe l’ultimo imperatore d’Austria. Non gli ha portato fortuna, tagliatevela!

Sottogola, lungo e sotto la mandibola. Decisamente desueta, il personaggio piú moderno a portarla era Paul Kruger in compagnia di Cavour e Nerone.

alla Balbo, barba molto ordinata. In pratica si lasciano pulite le guance di modo che la barba non si unisca alle basette. Taglio decisamente militare che permette alle maschere antigas di mantenere la loro efficacia aderendo alla pelle delle guance che sono libere. Il piú celebre esponente è stato proprio il gerarca fascista Italo Balbo; sarà per questo che molti simpatizzanti di Casa Pound la portano?


 

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in guide. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...