Rasoio Wilkinson Classic: un sopravvissuto a portata di mano

Wilkinson Classic nel suo tipico blister con lamette.

I rasoi a lametta usa e getta sono praticamente scomparsi dai supermercati e spesso neanche si trovano le lamette. C’è una unica eccezione che “resiste” e che è recuperabile in qualche negozio o supermercato ben fornito il Wilkinson Classic.

Come il nome fa intuire è un rasoio “classico” a due pezzi in cui il manico si avvita per stringere la lametta.

Scordatevi il metallo, la testa del Wilkinson Classic è costruita in Delrin, una resina polimerica nota anche con il nome di Poliossimetilene.  È anche rivestita in Teflon per favorire lo scorrimento sulla pelle e inibire la degradazione della resina che altrimenti sarebbe sensibile ai raggi UV. Complessivamente la testa è leggermente piú larga di quella

di molti altri rasoi in cui i lati corti della lametta sporgono per aggiungere una protezione in piú a chi lo usa. Il manico è lungo, presenta un’anima metallica parzialmente a vista ma esternamente rivestita in gomma che gli dona una ottima presa. A dispetto del materiale con cui è costruito il rasoio è inaspettatamente pesante e ben bilanciato.


Particolare del serraggio.

Come rasoio è decisamente poco aggressivo e se siete già pratici all’uso dei rasoi a lametta usa e getta troverete pressoché impossibile il tagliarvi. Data la facilità con cui è recuperabile nelle catene commerciali a basso prezzo e visto che viene fornito con 5 lamette, non è escluso che molti utilizzatori di zappette multilama possano averlo acquistato come alternativa economica. Così come chi è abituato con gli economici usa e getta possa averlo provato. Insomma ci sembra fondamentalmente un prodotto-richiamo destinato fondamentalmente ad intercettare chi non è del tutto soddisfatto dei prodotti che usa vuoi per il costo o vuoi per l’efficacia.

Peccato che la confezione nulla dica sulla tecnica da usare ma ci sentiamo di consigliarlo anche a chi inizia visto che anche premendo come un multilama risulta difficile tagliarsi.

Il punto principale a favore di questo rasoio è il basso costo. Non è infrequente trovarlo in vendita a 3/4 euro e il blister contiene anche 5 lamette (ovviamente sempre Wilkinson). Credo che sia impossibile trovare qualcosa di piú economico.

Il punto piú a sfavore è il meccanismo di serraggio che presentando la vite in plastica ci lascia dubbiosi sulla resistenza complessiva. Il materiale con cui è costruito, sebbene sia una resina di qualità, tende comunque a sporcarsi e da questo punto di vista il nero non aiuta.

Per la bassa aggressività ci sentiamo di consigliare, una volta finite le lamette in dotazione, di recuperare lame affilate come le Feather o le Bolzano Superinox.

  • COSTO: eccezionalmente basso
  • AGGRESSIVITÀ: bassa
  • MANEGGIABILITÀ: buona
  • ROBUSTEZZA: sufficiente
  • ESTETICA: piacevole
Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in rasoi, recensioni. Contrassegna il permalink.

28 risposte a Rasoio Wilkinson Classic: un sopravvissuto a portata di mano

  1. Pingback: Che rasoio (nuovo) per chi vuole iniziare? | Arte del Radersi

  2. cappai ha detto:

    rasoio ottimo per principianti, economico, simpatico poco aggressivo, va bene per iniziare il percorso della rasatura bagnata con rasoio a lametta…. cordialita’

    • gianni1953 ha detto:

      Ma dove lo si può reperire? Nella mia zona (vercelli città) nessun supermercato o coletelleria si trova un rasoio del genere. Grazie. gianni1953

      • artedelradersi ha detto:

        Non conosco Vercelli e quindi non so aiutarla. Proverei in un negozio della catena acqua e sapone o in qualche piccolo supermercato.

      • Jo 55 ha detto:

        Ciao, lo trova nel centro commerciale Il Gigante con una carica di 5 Lamette Wilkinson, ( lo vendono solo li’)spendi circa Euro 5 in tutto…. Buona rasatura …..

      • Ercole ha detto:

        Ciao Gianni sono anche io di Vercelli. Prova da Ramagni, zona San Paolo

        • ziano ha detto:

          Sconsiglio il prodotto, in quanto inefficiente nel lavoro che dovrebbe svolgere,
          non e un prodotto che taglia la barba, ti fa passare la voglia di raderti.
          A mio avviso ti consiglio uno strumento con un costo più elevato ma con caratteristiche in acciaio che con un a passata ti taglia i peli nella zona dove passa.

          • claudio ha detto:

            se per iniziare uno ha paura di tagliarsi, può anche andare bene per una o due settimane. poi occrre elevarsi di livello. io sono andato per gradi iniziand da un vecchio gillette tech, soddisfatto per la semplicita di radermi senza tagliarmi, ma poco soddisfatt per la qualità di rasatura, poco profonda, lenta e che richiedeva risciacquo continuo della lametta, credo quest wilkinson sia altrettanto, forse meno ancora. ho capito le potenzialità di una rasatura classica con DE solo dopo aver acquistato il fatip. allora si ho iniziato a tagliare a fondo, piu velocemente, piu facilmente. ovvio con piu cautela, ma questi rasi molto easy servono appunto per gli esordi. E’ tardi, però a Vercelli c’è un ingrosso per tabaccherie che dovrebbe avere gli AUTOMATIK FIGARO o i TIMOR, che sono anche essi a buon mercato, quindi ispezionare bene le tabaccherie al dettaglio, magar si trova

  3. a_ntv ha detto:

    L’ho comprato ieri per 3 euro (incluse le 5 lamette) al “Acqua e sapone” di viale Zara a Milano

  4. Angelo ha detto:

    L’ho comprato oggi,04/11/2012, presso l’ipermercato Conad E-Leclerc di Cavallino (LE).
    Lho pagato 3,59 €, con 5 lamette comprese nel pacchetto.
    Buona rasatura, sicuramente migliore dei più moderni rasoi.
    Cordiali saluti.

  5. nico ha detto:

    sono riuscito a trovarlo, che lamette mi consigliate di abbinare? ho la pelle delicata e una parte di barba un po schifosa che devo fare necessariamente in pelo e contropelo più volte, finisco sempre per irritarmi la pelle soprattutto in quella zona di barba “schifosa”
    Grazie Nico

    • claudio ha detto:

      io ci ho messo mesi a provare lamette…. poi ho cambiato crema ( passando da proraso a PREP quindi rimanendo nell’economico) ed ora sopporto anche lamette che prima tolleravo per poche rasature, quai 50/70 centesimi in piu di prezzo del sapone in ciotola PREP li risparmio in lamette per la maggiore durata/sopportazione delle stesse (se prima arrivavo a 4 rasature e nemmeno con tutte, ora con alcune potrei farne anche 6 con soddisfazione)

  6. mirko ha detto:

    Ho preso anche io questo rasoio per iniziare senza spendere troppo, le lamette però non hanno la scatola bianca come quella in foto, bensì nera. C’è qualche differenza?
    Potrebbe essere che per la poca aggressività delle lame, questo rasoio tenda ad irritare maggiormente per via delle passate multiple che si devono fare?
    Un’altra domanda.
    Nella catena acqua e sapone dove l’ho acquistato avevano le lamette bic chrome platinum, sono buone o valgono poco?
    Grazie anticipatamente e complimenti per il sito
    saluti
    Mirko

  7. mirko ha detto:

    a me sembra che questo rasoio per via del fatto che sia poco aggressivo e forse per le lamette in dotazione possa risultare irritante dovendo ripassare piu volte in una stessa zona.
    Nel web ho letto commenti simili di altre persone che lo ritengono irritante per questo motivo, voi che ne pensate??

  8. Michele ha detto:

    L’ho provato con le lamette in dotazione. Ho scoperto un nuovo mondo, la rasatura è un’altra cosa! La dolcezza della lametta mentre ti radi, non ha niente a che vedere con i rasoi multilama. Una bella sensazione! Lo consiglio molto….

  9. MIRKO ha detto:

    L’HO PROVATO CON LE BIC PLATINUM ED E’ ECCEZIONALE, NON HO PROVATO LA STESSA SENSAZIONE CON QUELLE DI SCATOLA
    INSOMMA BISOGNA FARE VARIE PROVE….

    • claudio ha detto:

      tante prove di lamette…. e di crema. la stessa lametta cambia faccia cambiando crema, io finche ho dato retta a mio zio, per fare il proletario con la proraso verde, non trovavo molta sddisfazione se non con un numero limitato di lamette, ora con PREP (che come detto sorpa, rimane sempre di prezzo economico pari o poco superiore di proraso), ne digerisco molte di piu

  10. Kenny ha detto:

    Ciao, lo sto usando da qualche giorno…
    Premetto che ho una combinazione micidiale di barba dura e pelle sensibile, nel corso deglis anni ho provato di tutto: rasoi a 5 lame elettrici e usa e getta.
    Mi è quasi praticamente impossibile farmi la barba senza mettere in conto qualche taglietto.
    Tornando al Wilkinson Classic, lo sto usando con le sue lamette, lo sento abbastanza confortevole, ma il risultato non è granché: rasatura non molto profonda e taglietti sulle zone critiche collo e guance.
    Secondo voi meglio continuare con questo rasoio, ma usare lame migliori, oppure passare ad altro?
    Altro quesito: tutti mi dicono che i migliori rasoio “a T”, come dicono qui, erano della Gillette, che adesso non li produce più.
    Io ho trovato in internet un certo “Gillette 7 O’Clock”, che è un po’ l’equivalente del Wilkinson Classic.
    Stranamente e in vendita su alcuni siti, ma non compare nel sito aziendale Gillette, qualcuno lo ha provato?

    • claudio ha detto:

      leggiti il mio posto sopra, come dicevo sia i vecchi Gillette tech che questi entry level sono rasoi molto easy con i quali prendere la mano, ma non radono a fondo. io sono passato dritto al fatip e scegliendo crema e amette ora sono soddisfatto alla grande, chi ha avuto paura del fatip si è trovato dapprima soddisfatto anche dei merkur, ma prma o poi la curiosità di un fatip o un muhle R41 ti viene, e non torni piu indietro. Se hai la barba dura e vuoi raderti per davvero, i rasoi sono questi due, puttosto, per la pelle sensbile, non sbatterti troppo alla ricerca della lametta perfetta, ma dai molta piu importanza alla crema, e non avere paura del rasoio, sei tu che lo guidi.
      io ho la barba dura, ora posso radermi con gillette platinum, astra platinum, rapira super stainless, tiger ed altro, differenze ce ne sono da una lametta all’altra, ma la piu grande differenza me l’ha fatta cambiare il sapone

  11. Andrea ha detto:

    Salve,

    sto usando questo rasoio da una settimana oramai.

    Ho provato a comperarlo perché esasperato dalle irratazioni, e dalle conseguenti bollicine da follicolite che mi provocavano le varie zappette multilama.

    Verdetto: irritazioni post-rasatura scomparse e tutte le ferite derivanti dalle vecchie rasature con gli aratri si stanno chiudendo.

    Rasoio efficace e poco aggressivo sulla pelle. Facile da usare e sicuro. Sicuramente ottengo lo stesso risultato dei classici aratri pubblicizzati, passando sulla pelle molte volte di meno.

    Saluti e buona rasatura!

    • mirko ha detto:

      vero
      i problemi che davano le lamette usa e getta scompaiono
      è vero che questo rasoio è poco profondo, ma si può dare profondità con un trucchetto
      basta svitare leggermente e fissare la vite con un pò di cerotto nella misura che si vuole, ovviamente fino ad un certo punto
      basta svitare di pochissimo per sentire che la lama attacca di più

  12. a_ntv ha detto:

    io comunque lo uso leggero per le prime 2 passate, pelo e contropelo, mentre per la terza passata uso un rasoio e lamettemolto piu agressive. comunque il suo lavoro lo fa benissimo.
    PS poiché viaggio molto in aereo, lo porto sempre nel bagaglio a mano e anche se con lametta montata ha sempre superato tutti i controlli di sicurezza anche i piu severi, probabilmente perchė é di plastica e sembra un usa e getta

  13. Paolo ha detto:

    Salve a tutti, ho deciso di passare al rasoio di sicurezza dopo anni di soldi buttati con rasoi elettrici e multilame varie che oltre a causarmi molte irritazioni e scarsa durate delle lamette (ML) con max 3 rasature e mi sono ritrovato qui. Ho deciso di acquistare come novizio il Wilkinson Classic in rete al costo di circa 11€ comprese le spedizioni poichè dove vivo (prov di La Spezia) non l’ho trovato. Premetto che ho quasi sempre usato pennello e sapone da barba della Proraso anche con i multilama poichè ho una barba un’pò dura ma la mia pelle si irrita facilmente; il primo impatto non è stato molto confortevole sicuramente a causa della tecnica (ho sempre cercato di non fare pressione anche con i ML) con qualche taglietto di troppo e zone non precise (mi concedo un voto fra 5 e 6 di fiducia). Già alla seconda ho notato un certo miglioramento di qualità e un solo taglietto leggero, metre pensavo di rovinarmi. In conclusione credo che questo rasoio sia un buon compromesso di qualità/prezzo per un principiante come me e credo che continuerò con l’uso abbandonando definitivamente i multilama. Mi scuso se mi sono dilungato troppo, vi chiedo cortesemente se avete qualche consiglio per migliorarmi (saponi, pennelli, dopobarba ecc). grazie per gli utili consigli
    Paolo

  14. Adb ha detto:

    Salve a tutti.
    Ho iniziato a radermi con un gillette compratomi da mio padre alla standa con apertura a farfalla. Poi sono passato al bilama bic (secondo mio padre porcherie da non usare neanche in viaggio e neanche x una sola rasatura). Quindi bilama, poi tri lama poi quattro lame e prezzi in salita. Un paio di mesi fa nella fretta sabglio e anziche il dentifricio prendo un tubetto di palmolive da barba…
    Dopo due giorni compro un pennello della wilkinson a 3 euro e provo….. Poi ho scoperto il sito e preso un wilkinson clasic… Ora ho preso un jaggerr 89 e mai stato più contento pelle liscia e priva di arrossamenti.
    Praticamente ritornato al passato…

    • claudio ha detto:

      ma la palmolive l’hai usta anche con lo spazzolino? a me capitò col voltaren…. ne beneficiarono le gengive… ad ogni modo io, ora che ho la padronanza del rasoio, che ho trovato il mio sapone e le 3-4 lamette che preferisco, non tornerei mai indietro, ho avuto qualche dubbio sull’effettiva validità di questa rasatura all’inizio per via del rasoio poco incisivo e del sapone un po misero. ma ora non ho dubbi

  15. Valentino ha detto:

    Buongiorno, scrivo solo per esaltare la delicatezza di questo rasoio. È stato in assoluto il mio primo rasoio, quando da sbarbatello non sapevo nulla di rasatura. Non ho mai trovato multilama in grado di farmi cambiare idea. No mi sono mai ferito. Lo lascio solo ora, dopo 15 anni di onorato servizio, a favore di un rasoio di categoria superiorie.
    Penso siano stati 5 euro ben spesi. Voi che ne dite 🙂

  16. Anselmo Anselmi ha detto:

    Ho acquistato questo rasoietto su Amazon a circa 5 euro : ho buttato subito le lamette in dotazione poichè non eccellenti e ci ho montato delle gillette americane che avevo ancora di ritorno da un viaggio : sembra un violino, provatelo con delle lamette serie ( Astra su tutte ) e scoprirete la differenza fra una rasatura e un surrogato che da un multilama. per finire una bella spruzzata ( con tanto di pompetta ) di dopo barba Floid reperibile sempre su Amazon a circa 20 euro .
    Ormai questa società ci sta facendo fare le stesse cose delle donne , ciglia a gabbiano, depilati, magari un tocco di matita sotto gli occhi e ci hanno anche sbattuto in una pubblicità degli assorbenti… ma siamo uomini ricordatevelo e riprenderci l’ unica cosa che ci contraddistingue ossia una seria rasatura con una bella spruzzata di dopo barba che brucia ve lo ricorderà .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...