I rasoi regolabili


Due differenti aggressività ottenute varianto la distanza tra lametta e barra.

I rasoi regolabili sono rasoi di cui è possibile regolare l’aggressività agendo su un opportuno selettore.

Aggressività di un rasoio

L’aggressività di un rasoio determina quanto quel rasoio sia in grado di radere a fondo. A dispetto del termine usato non è un parametro negativo. Infatti molte persone che usano rasoi a lametta preferiscono rasoi leggermente aggressivi. D’altro canto un rasoio aggressivo non è l’ideale per chi è meno esperto in quanto piú facilmente è causa di irritazioni e tagli. Inoltre è vantaggioso avere aggressività differenti per pelo e contropelo o comunque per zone differenti del volto.

L’aggressività di un rasoio di sicurezza si basa su quanto la lametta sporge, su che angolo ha rispetto alla guardia e sulla distanza tra il filo della lametta e il pettine o la barra di sicurezza. Nelle istruzioni dei primissimi rasoi di sicurezza prodotti da Gillette si suggerisce di allentare leggermente il serraggio per aumentare l’aggressività; rimane comunque una regolazione molto fine e quasi impercettibile. Infatti tutti questi parametri sono praticamente fissi.

Fu la ditta tedesca Apollo una delle prime ad introdurre un rasoio completamente regolabile: l’Apollo Mikron. Il concetto fu poi ripreso anche dalla Gillette che produsse una serie di famosi rasoi regolabili: Fat Boy, Slim Adjustable e Super adjustable. Attualmente la Merkur è una delle poche case a produrre rasoi regolabili: il Futur, il Vision e Progress.

Pro e Contro

Apollo Mikron, uno dei primi regolabili (immagine dal forum ilrasoio.forumup.it).

L’utilizzo di un rasoio regolabile suscita umori differenti tra le persone. Sicuramente non è un rasoio da consigliare a chi inizia; infatti la presenza di un ulteriore fattore di cui tener conto durante la rasatura rende piú complicato imparare. Un rasoio regolabile è tipicamente piú ingombrante di un normale rasoio e quindi leggermente meno gestibile in alcuni punti. È piú delicato e a rischio rotture in caso di cadute e allo stesso tempo piú difficile da pulirsi a fondo.

Allo stesso tempo trovo che il maggior pregio del fatto di essere regolabile sia la possibilità di variare tra pelo e contropelo.

Personalmente credo che avere un rasoio regolabile nel proprio set sia quasi obbligatorio. Infatti il successo che i rasoi regolabili hanno sono testimoniati dai prezzi che alcuni vintage raggiungono su ebay o piattaforme similari. In particolare il Gillette Fat Boy è ritenuto uno dei migliori rasoi regolabili mai prodotti e raggiunge cifre addirittura superiori di quelle dei moderni regolabili.

Panoramica dei rasoi regolabili Gillette (foto da mr-razor.com).

7 risposte a I rasoi regolabili

  1. giuseppe ha detto:

    ciao a tutti da poco a 50 anni ho riscoperto il piacere di radermi che a dire il vero è stata una noia fino ad ora Negli anni sono passato dal gilette a lametta di mio padre usato a secco (primo pelo)al Bic usa e getta, a militare, fornito dallo stato ai successivi bilama /trilama con bombolette varie e cosi via.Poi un bel giorno, cosi senza motivo, mi sono acquistato un pennello di setola ed una “scatoletta verde” di schiuma.Già così, tutta un’altra cosa.E perchè non provare una lametta?
    Vai comincia la ricerca.Centri commerciali niente rasoi solo una marca di lamette.Ma cosa me ne faccio?Tabaccaio amico grandi promesse: “ci penso io” niente.Forniture per parrucchieri: già meglio ma prezzi alti; ok ci penso.Coltelleria di “eitte” c’è tuto griffato
    Comincia il giro con gli amici: Dai guarda tra le cose di tuo nonno se trovi qualcosa?
    In poco tempo saltano fuori Gilette a tre pezzi guardia liscia molto malconcio arrugginita la cromatura; restaurato ma non usabile sabbiato completamente, levigata la cupola e lucidata a specchio, si presenta bene ma non mi ispira molto.Arrivano a seguire Gilette a farfalla,perfettamente funzionante,Pulito a dovere sterilizzato, usato da molta soddisfazione.
    Gilette regolabile in ottime condizioni ,mi viene regalato da un collega pakistano che dice di averlo usato poche volte tanto tempo fà quasi nuovo con scatola originale con coperrchio a settori scorrevoli: E’ uno sballo. Lo senti in mano, è docile ed aggressivo ,segue bene le curve del viso.Per ora lo uso sul 4 e mi trovo bene.Pennellata rasatura verso del pelo, nuova
    pennellata e stesura cotropelo relativa rasatura.Uno spettacolo

    Seconda fase
    Rasoio a mano libera con mezza lametta: non mi esalta ma mi diverte.Sabato e Domenca, allenamento per la futura terza fase.
    Nel fratempo si gurdano video si leggono blog si girano mercatini dell’usato.

    Ho appena acquistato

    A.Feist&c. Luna 5558 6/8
    e
    Rudolf Schmidt solingen
    Rich. Abr. Herder

    Ora si che comincia il divertimento.Via di pazzola per ruggine, tela vetrata 1200, pietra e coramella

    Comunque ho riscoperto di volermi bene,ho rimesso al centro me stesso e per 15 minuti ci sono solo io. La rasatura è per me un rito introspettivo che giustifica alzarsi 1/2 ora prima per guadarsi il verso del pelo.
    Carpediem

  2. antonio proietti ha detto:

    Grazie al vostro sito ho ripreso il rasoio di Mio padre; un Gillette Adjustable Slim con codice I4 (qualcuno sa l’anno). Mi ha ricordato quando io ragazzo vedevo mio papà farsi la barba. Funziona perfettamente!!. E’ una settimana che faccio la barba e, dopo aver individuato la posizione ideale per la mia pelle, non mi faccio più nessuna ferita. Lo trovo migliore del Merkur; per non ferirti il Merkur lo devi usare ad una posizione tale che non ti rade a fondo.
    Non così il Gillette. Veramente un carro armato.

  3. Antonio ha detto:

    Come posso acquistare rasoio regolabile Gillette a 9 posizioni?
    Quanto costa?
    Grazie.

  4. Domenico ha detto:

    Ho cominciato a radermi più di cinquantacinque anni fa con il Gillette DE di mio padre, che era stato prima di mio nonno (quello che ora si chiama Old Type, perfettamente funzionante e che spesso ancora uso). Non ho mai abbandonato la rasatura tradizionale e ho il piacere di poter dire che non conosco l’uso dei multilama ai quali purtroppo la Gillete si è ignominiosamente arresa. Negli anni ho accumulato una quarantina di rasoi e da pensionato felice occupo una buona mezz’ora della mia mattinata alla cura del mio viso. Possiedo un Fatboy dai primi anni sessanta ed è un rasoio magnifico, indistruttibile per quanto riguarda la struttura, nell’uso è aggressivo e dolce, sempre docile alla mano di chi lo sa guidare. É un o strumento relativamente comune e non dovrebbe essere difficile trovarlo su e bay. Il prezzo varia ovviamente a seconda delle condizioni di conservazione, penso che dovresti trovarlo tra icinquanta e i settanta euro.

  5. giorgio ha detto:

    ho trovato due fatboy praticamente nuovi uno dorato e l’altro in acciao al mercatino di Nizza del lunedì mattina e li ho pagati 5 euro l’uno. Stupendi!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...