Testina Edwin Jagger DE89

Testine DE89: panoramica d'insieme.

Testine DE89: differenti viste.

Come già vi ho scritto ho alcuni rasoi Edwin Jagger con cui giocare e provare. Molto bello, ma visto che hanno tutti la stessa testina, partiamo da questa.

La testina dei modelli 2014 non differisce dalle precedenti e anzi fu inizialmente montata sui DE89.  È una classica testina a barra di sicurezza. Prodotta, da quel che capisco, dalla Muhle è in effetti identica a quella montata dai rasoi Muhle. Tuttavia la testina EJ dovrebbe differire nella cromatura più pesante e lucida studiata per una maggior resistenza alle incrostazioni. In effetti è una delle testine più lisce e brillanti che io abbia mai visto. In ottone, lucidato a mano e poi con tre placcature successive di rame, nickel e infine cromo.

Esposizione della lametta nella testina DE89 (di tutto rispetto).

Esposizione della lametta nella testina DE89 (di tutto rispetto).

Il design della testina è molto pulito e moderno ed effettivamente si presta bene ad essere risciacquata dai residui. L’ho provata con barbe di 1, 3 e 7 giorni ed è risultata scivolare senza problemi in tutti e tre i casi (e lo dico io che amo i rasoi a pettine). Dolce ma allo stesso tempo mediamente aggressiva mi ha portato via la barba di 7 giorni in scioltezza.  Come testina perdona abbastanza ma va valutato che non è leggera (29,1 grammi) e quindi ha una certa inerzia che ne suggerisce comunque un uso attento.

In definitiva, confermo il giudizio già dato a suo tempo, è un ottimo prodotto ed è una buona scelta per chi deve iniziare. E poi è anche bello, il che non fa mai male!

 

 

Questa voce è stata pubblicata in varie ed eventuali. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Testina Edwin Jagger DE89

  1. andrea ha detto:

    ma, secondo te: ci sono lamette che si comportano meglio con questo rasoio o quando una lametta o le lamette mantengono la loro scala di taglio anche cambiando rasoio?

  2. Michele ha detto:

    Io uso proprio un Muhle R89 e quindi posso confermare tutto quanto descritto nel post. Per rispondere all’amico Andrea, secondo la mia personale esperienza, posso dire che il taglio della lametta non cambia visto che le ho provate su differenti tipi di rasoio. Quello che cambia è la dinamica di ciascun rasoio, in cui intervengono diversi fattori quali: il peso del rasoio, il materiale di cui è fatto, la lunghezza etc. che influiscono sicuramente sulla migliore rasatura. Ma di questo se ne è già argomentato fin troppo su questo sito. Per chi inizia, per esempio, è ormai noto che il Wilkinson DE offre una maggiore sicurezza e maneggevolezza, perché costruito con materiali e criteri adatti a tale scopo. Dopo aver fatto un po’ di esperienza, però, si è in grado di percepire la differente dinamica tra un R89 ed un Wilkinson e sentire anche la differenza del comportamento delle varie lamette in relazione al tipo e lunghezza della barba. Per la mia barba per esempio ho trovato formidabile l’accoppiata Muhle R89 con lametta Timor, nonostante la Feather sia più tagliente; la dolcezza era tale che ho dovuto guardare per assicurarmi di aver messo la lametta nel rasoio, figurati. E’ inutile dirti che per ottenere ottimi risultati non bisogna trascurare anche gli altri elementi: pennello, sapone o crema da barba, qualità della schiuma etc

  3. andrea ha detto:

    ho preso quello con manico in avorio. devo ancora provarlo, quindi le mie prime impressioni sono estetiche e riguardano il peso dell’oggetto che mi sembra un poco sbilanciato a favore della testa rispetto al manico. il manico sembra molto liscio e non so ancora quanto grip abbia una volta bagnato e sporco di schiuma. ma, ripeto, non l’ho provato, quindi non so dire come lavori.

  4. andrea ha detto:

    le prime impressioni d’uso sono ottime. non ho grossi problemi di presa sul manico, solo la prima volta, il tempo di abituarsi a non avere zigrinature. il peso sulla testa lo fa operare come un martello, cioè sembra di fare meno fatica nel tagliare. hammer head sarebbe il giusto soprannome.
    Ma la cosa più entusiasmante è la sicurezza della testina. è il rasoio più sicuro che ho: meglio del merkur progress. taglio persino i peli delle orecchie (quelli esterni) che prima usavo solo gli usa e getta. è il rasoio da principianti per eccellenza, ed è un complimento, nel senso della sicurezza, ottimo sia per la barba che per i capelli e riesco ad utilizzare molto meglio anche le lamette più scarse. ha lo stesso attacco del merkur 41c e ho provato ad utilizzare tale manico. ma essendo più corto e con lo stesso peso è più bilanciato e perde in incisività. piutosto, il contrario, manico parker su 41c, si ottiene un miglioramento di incisività. ottimo rasoio, 20€ su amazon: un affare.

  5. Pingback: Edwin Jagger manici 3D Laser Diamond e Knurled a confronto | Arte del Radersi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...