I fondamentali: Allume di Rocca

L’allume di rocca o allume di potassio o piú precisamente “solfato doppio di alluminio e potassio dodecaidrato”, KAl(SO4)2 o Potassium Alum” è un cristallo ampiamente utilizzato per le sue proprietà antibatteriche, astringenti ed emostatiche.

Alcuni dei formati in cui è commercializzato l'allume di rocca.

Come è fatto?

È un cristallo bianco traslucido commercializzato in stick di forma cilindrica, in panetti rettangolari oppure anche in forme grezze che ricordano delle pietre piú o meno sgrossate.

Perché usarlo?

Le motivazioni fondamentali per l’utilizzo sono legate alle sue proprietà. Utilizzato dopo la rasatura favorisce la coagulazione di piccoli taglietti e allo stesso tempo le sue blande proprietà antibatteriche ostacolano la formazione di brufoletti o infezioni nel caso di lesioni e microlesioni. Le sue proprietà astringenti riducono il flusso sanguigno nella parte esterna della pelle ed  è quindi efficace anche nel lenire le semplici irritazioni.

Quando usarlo?

Anche se non esistono particolari controindicazioni sull’utilizzo e di conseguenza è sempre possibile usarlo, è suggeribile l’uso in caso di taglietti o irritazioni.

Come usarlo?

L’allume di rocca è molto solubile. La maniere piú semplice per l’utilizzo è passarlo sul volto bagnato con acqua fredda dopo la rasatura, lasciarlo agire per qualche secondo e quindi sciacquare il volto con acqua tiepida.

Dopo l’uso asciugatelo per evitare che l’acqua, a lungo andare, penetri nelle fessure e lo disgreghi sciogliendolo.

Brucia?

In poche parole! La rasatura, anche ben fatta, è comunque aggressiva nei confronti della pelle e buttare del “sale” sulla pelle irritata si sente.

Il fatto che bruci o meno è comunque legato alla qualità della rasatura. Se brucia in maniera leggera vuol dire che la qualità della rasatura è buona, se viceversa il bruciore è forte allora vuol dire che dovete affinare la tecnica o che è ora di cambiar lametta!

Dove lo si acquista?

Di solito è disponibile nei supermercati proprio nel settore dei prodotti dedicati alla rasatura sotto forma di stick cilindrico e a prezzi modici (meno di 2 euro a pezzo). Spesso è venduto nei mercati dove viene pubblicizzato come deodorante naturale di solito in forme piú grezze e anche a caro prezzo.

Ci sono controindicazioni?

Su internet si può trovare riportato in numerosi siti come l’alluminio utilizzato nei deodoranti sia potenzialmente cancerogeno. Questa voce è relativa al cloridrato di alluminio e non all’allume di rocca che contiene sì alluminio ma è una molecola totalmente differente.

Dove viene prodotto?

La produzione avviene, dove possibile, tramite estrazione mineraria e successiva purificazione. In pratica i minerali che contengono allume vengono messi in vasche d’acqua dove l’allume, che è altamente solubile, si scioglie e viene quindi asportato insieme all’acqua. Tramite successiva evaporazione si ottengono blocchi che vengono quindi lisciati e levigati.

In alternativa viene prodotto per sintesi.

Ce ne sono di diverse qualità?

Sì, in quanto a causa della particolare lavorazione, l’allume di rocca può contenere piú o meno impurità. Ignorate pure termini spesso abusati come “naturale” visto che comunque, al limite, l’allume è ottenuto con un procedimento di scioglimento e ricristallizzazione. Purtroppo nelle confezioni non è quasi mai indicata provenienza o metodo di lavorazione.

Attenzione inoltre che il termine allume di rocca è a volte usato in maniera impropria. Infatti non è infrequente trovare in commercio allume di ammonio spacciato come soluzione di allume di rocca.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in prodotti raccomandati, recensioni. Contrassegna il permalink.

6 risposte a I fondamentali: Allume di Rocca

  1. Rosso ha detto:

    Uso l’allume di rocca anche per lenire il terribile prurito causato dai pappataci, quei piccolissimi ma terribili insetti, molto più piccoli delle zanzare, che inoculano sui piedi o sulle caviglie il parassita della “leishmaniosi”. La leishmaniosi è presente ormai in modo massiccio nei luoghi dove vengono tenuti cani domestici, dai quali la malattia passa all’uomo tramite i pappataci, ed è molto difficile eradicarla.

  2. Meneguzzi Gabriele ha detto:

    E’ un ottimo deodorante non profumato! Ottimo!

  3. francesco ha detto:

    se ci si rade tutti i giorni o per due giorni consecutivi, si può usarlo al posto del dopobarba a partire dalla seconda volta in poi? o comunque è consigliabile usare il dopobarba?

  4. Jemis ha detto:

    Salve a tutti! Ho la dermatite seborroica. Ho usato tante pomate di tutti i tipi, Con a base di cortisone trovo del sollievo ma non è consigliata a lungo, sto usando la pietra di allume 2 o tre volte al dì sapete!! Trovo che sia efficace.. vediamo come và……..

  5. Santuzzo Maiello ha detto:

    Ho proveto l’allume come dopobarba ma la mia pelle è irritata lo stesso ed in più si creano infezioni leggere a causa della non igienicità dovuta all’uso ripetuto di questa cavolo di rocca inutile.
    Sconsiglio assolutamente per esperienza provata!!!

    • M ha detto:

      L’allume di potassio è un antibatterico e un astringente (penso svolga la funzione antibatterica perchè assorbe l’acqua per osmosi lasciando il piccolo batterio disidratato). Cosa ti sei messo in volto? DI per se in antichità era usato per tamponare ferite come cicatrizzante.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...